Elezioni 2018: nuovi partiti sulla scheda elettorale, il caso di 10 Volte Meglio
Condividi su

Elezioni 2018: nuovi partiti sulla scheda elettorale, il caso di 10 Volte Meglio

Sostieni SOS studenti! Ci basta un Like!

Elezioni politiche 2018, 10 Volte Meglio: scopri le ambizioni, le idee e chi sono i membri del nuovo partito candidato al voto del 4 marzo.

votazioni-politiche-10-volte-meglio

Elezioni politiche 2018: sai già a chi andrà il tuo voto il 4 marzo? 

Le elezioni politiche 2018 si avvicinano: i cittadini verranno chiamati alle urne per decidere la nuova composizione del Parlamento italiano. Il Presidente della Repubblica, Mattarella, ha da poco sciolto il Senato e la Camera dei Deputati con un decreto che ha fissato la data delle votazioni, ovvero il 4 marzo.
Si respira già aria di campagna elettorale: tu sai già per chi votare alle elezioni 2018?
Se i partiti della Legislatura appena conclusa non ti hanno convinto o se non sei ancora informato sui candidati dei diversi gruppi politici, ti anticipiamo che sulla scheda elettorale troverai tanti nuovi simboli corrispondenti ad altrettanti nuovi partiti.
Le elezioni politiche 2018 per la nomina dei membri della Camera dei Deputati e del Senato avranno quindi qualche new entry, ma come fa un partito a candidarsi per ottenere dei seggi? Ecco cosa deve fare una formazione politica assente nella Legislatura precedente per partecipare alle elezioni:

  • tra il 19 e il 21 gennaio i partiti devono depositare al Ministero dell’Interno il proprio contrassegno, statuto, programma elettorale, chi è il maggior esponente e la dichiarazione di eventuali coalizioni con altri partiti;
  • tra il 28 e il 29 gennaio i partiti devono presentare le liste dei candidati, sia deputati che senatori;
  • tra il 28 e il 29 gennaio i partiti devono depositare la raccolta firme dei cittadini nelle cancellerie di tribunali o delle Corti d’Appello regionali.

Dobbiamo quindi aspettare ancora qualche giorno prima di scoprire quali partiti saranno effettivamente dei candidati alle elezioni politiche 2018; nel mentre vi presentiamo un nuovo gruppo politico che potreste trovare sulla scheda elettorale: 10 Volte Meglio.

Vuoi sapere come fare per votare se sei un fuorisede? Leggi:

Elezioni 2018: il nuovo partito 10 Volte Meglio 

10 Volte Meglio è uno dei nuovi partiti aspirante candidato alle elezioni politiche del 4 marzo 2018. La corsa ai seggi della Camera dei Deputati e del Senato è motivata dalla volontà di cambiare radicalmente il nostro Paese, questa è l’idea madre in cui si sono ritrovati e rispecchiati i membri del partito. Come far sì che l’Italia sia 10 volte meglio? Gli iscritti al partito provano a rispondere a questa domanda proponendo un programma elettorale incentrato sull’importanza di dar rilievo alla tecnologia e all’innovazione. Scopriamo chi sono e cosa vogliono realizzare attraverso le trasformazioni di cui parlano.

10 Volte Meglio: chi e perché, gli esponenti del partito

Il partito ’10 Volte Meglio’ è stato creato da Andrea Dusi e riunisce persone accomunate dall’esigenza di dar voce alle proprie opinioni in modo pubblico e inclusivo. Nasce così questa formazione politica, i cui membri hanno deciso di rompere il silenzio per parlare non tanto di un’Italia in declino, ma piuttosto di come si può agire concretamente per rialzarla. Conosciamo meglio i protagonisti di 10 Volte Meglio:

  •  Andrea Dusi, doppia laurea in economia e una lunga esperienza in campo strategico e industriale alle spalle, è il presidente del partito. Il contatto con i giovani e le conseguenze positive dell’innovazione tecnologica sono la base su cui ha fondato 10 Volte Meglio.
  • Stefano Benedikter è un giovane imprenditore oltre che il vice-presidente di 10 Volte Meglio. Grazie alla sua esperienza internazionale ha portato nel partito la curiosità verso il mondo e l’apertura al confronto con i mercati esteri per coglierne le opportunità e far sì che l’Italia le possa sfruttare.
  • Cristina Pozzi, vice-presidente di 10 Volte Meglio, ha un’attenzione particolare per l’educazione e la formazione dei giovani. Il segreto per fare le cose 10 volte meglio è, secondo lei, guardare al futuro senza accontentarsi del presente: l’Italia deve imparare a stare dietro all’innovazione e ad usarla come trampolino di lancio.

10 Volte Meglio: il programma e le idee dei membri del partito

Fare diventare l’Italia dieci volte meglio di quella che è adesso: è questo l’obiettivo ambizioso della nuova formazione politica. Si dice sempre che il nostro Paese sia il più bello al mondo, ma per continuare a essere tale e migliorare, l’Italia deve riuscire a sfruttare tutte le opportunità che le sono date e ha bisogno di una classe politica che, lontana da inutili scandali, sia in grado di prendere delle decisioni che contribuiscano a un cambiamento radicale e tangibile, servendosi anche degli strumenti innovativi e tecnologici che oggi possiamo avere a disposizione. In vista delle elezioni politiche del 2018 e delle elezioni europee del 2019, questi sono i dieci punti cardine del programma elettorale di 10 volte meglio:

  • Ricerca della felicità: 10 Volte Meglio ritiene che ogni cittadino italiano abbia diritto alla felicità, principio alla base dell’azione del partito e linea guida per la politica e per creare uno Stato realmente amico dei cittadini.
  • Creazione di quasi 3 milioni di posti di lavoro qualificati nei settori delle politiche ambientali ed energetiche, nelle tecnologie emergenti, nel turismo e nei settori tradizionali riqualificandoli e promuovendo percorsi formativi su scala nazionale per i giovani.
  • Investire e favorire lo sviluppo delle tecnologie emergenti (intelligenza artificiale, robotica, trasporti, energie rinnovabili, nano e biotecnologie, nuove frontiere della medicina).
  • Favore l’imprenditorialità e il desiderio di fare impresa.
  • Educazione e cultura: introdurre il bilinguismo e la filosofia dalla scuola primaria, aumentare le ore di sport e musica, rafforzare la conoscenza della matematica e delle materie scientifiche, promuovere il lavoro di gruppo, di tesi e di ricerca.
  • Valorizzare l’eccellenza, permettendo ai migliori studenti universitari di crearsi un proprio percorso universitario di eccellenza.
  • Promuovere il turismo.
  • Affrontare le sfide ambientali ed energetiche, tutelare il patrimonio naturalistico e valorizzare l’economia e il lavoro in questi settori.
  • Favorire la crescita del Sud Italia.
  • Investire sulla digitalizzazione.

La raccolta firme per rendere le elezioni 10 volte meglio

Come abbiamo visto, per partecipare alle elezioni politiche 2018 i nuovi partiti politici devono effettuare una raccolta firme. 10 Volte Meglio è all’opera per ottenere le firme necessarie: 24000 nomi, ecco cosa serve al partito per essere nella scheda elettorale il 4 marzo. Ogni cittadino può dare il suo contributo firmando; in questo modo non ci si iscrive al gruppo politico, ma si dà l’opportunità a 10 Volte Meglio di fare il primo passo per concretizzare i suoi progetti di cambiamento. In una democrazia la pluralità di idee è una libertà fondamentale e sta a noi cittadini tutelarla. Ma attenzione: a ciascuna elezione ciascuna persona abilitata al voto può sottoscrivere soltanto una lista. Gli stand presso cui firmare sono sparsi in tutta Italia, ma puoi consultare il calendario per trovare quello più vicino a te.

Se firmi anche tu sarà 10 Volte Meglio

Sostieni SOS studenti! Ci basta un Like!
Leggi altri articoli in App Lifestyle Vita Universitaria