Film maggio 2018: i titoli in uscita al cinema dal 10 maggio
Condividi su

Film maggio 2018: i titoli in uscita al cinema dal 10 maggio

Sostieni SOS studenti! Ci basta un Like!

Borghesi volenterosi, politici in crisi, medici pentiti, ex fidanzati diabolici, agenti dell'FBI canini e filmmaker dubbiosi: ecco i protagonisti dei film in uscita a maggio 2018.

i_film_in_uscita_al_cinema_dal_10_maggio

Film in uscita a maggio 2018: cosa troverete al cinema dal 10 maggio

Nuova settimana, nuovi film in uscita al cinema: mentre la primavera ha fatto il suo devastante debutto (sia per coloro che sono allergici che per chi ama invece lo sbocciare dei fiori e delle piante) anche le sale di proiezione italiane rinnovano la loro proposta. Qualche blockbuster in meno, alcune pellicole in odore di estate, ma anche sorprese e novità, con personaggi che fanno il loro debutto su grande schermo.

Se non sapete come orientarvi e su cosa indirizzarvi non abbiate paura: è pronta la nostra guida ai film in uscita al cinema dal 10 maggio 2018.

Foto di copertina: Courtesy of Vision Distribution

Benvenuti in Germania!

Le buone intenzioni della borghesia bene sono messe alla berlina in questa commedia tedesca: in questo film l’anziana Angelika chiede al marito Richard di ospitare un rifugiato. Ecco così arrivare il giovane nigeriano Diallo, che provoca un gran trambusto nella vita della coppia così come in quella dei due figli adulti Philip e Sophie.

benvenuti in germania


Show Dogs

Quando iniziano ad arrivare al cinema le commedie con animali parlanti si può già iniziare a parlare di prime avvisaglie estive. In questo caso è il rottweiler Max il protagonista del film insieme al padrone Frank – Will Arnett: i due sono colleghi nell’FBI e lavorano al caso del rapimento di un panda. Per infiltrarsi a una mostra canina e sgominare la banda, Max dovrà imparare nuovi trucchi del mestiere, ma sopratutto a fidarsi degli altri.

show dogs


Si muore tutti democristiani

Arriva finalmente al cinema anche il collettivo di filmmaker noto come Il terzo segreto di Satira. Protagonisti del film sono i soliti Enrico (Walter Leonardi), Fabrizio (Massimiliano Loizzi) e Stefano (Marco Ripoldi) alle prese con le difficoltà del loro lavoro di videomaker. Ex militanti di sinistra, i tre ricevono l’incarico di girare un documentario su una Onlus, che però si scopre corrotta. I membri della banda si divideranno sul da farsi, indecisi tra il mollare il lavoro in nome dell’onestà o rinunciare ai propri ideali e fare buon viso a cattivo gioco.

si muore tutti democristiani


Loro 2

Seconda parte del film di Paolo Sorrentino dedicato a Silvio Berlusconi. Al centro di questo capitolo finale c’è in primis il rapporto tra il politico e la moglie Veronica, destinato a concludersi con un divorzio, quindi il tentativo di ritorno in campo di Silvio, che deve ritrovare stimoli e la propria capacità di riproporsi come venditore per eccellenza. Sullo sfondo le tanto discusse cene scatenate nella villa in Sardegna, che avrebbero incrinato il suo rapporto con la consorte e gli italiani.

loro 2


Tonno spiaggiato

Anche Frank Matano, personaggio del web tra i più noti sopratutto al pubblico teen, ottiene un film tutto per sé. L’attore veste i panni di Francesco, un ragazzo con la passione per la comicità e per la fidanzata Francesca. Durante uno spettacolo però queste viene umiliata pesantemente; per riconquistarla, allora, Francesco elabora un piano diabolico che prevede la morte di Nanna, la zia della ragazza, con l’obiettivo di riavvicinarsi a lei nel momento del lutto. Peccato però che l’anziana sia un osso durissimo…

tonno spiaggiato


Il dubbio – Un caso di coscienza

Viene dall’Iran questo film che si interroga sui dilemmi morali di fronte alla legge e alla morte. Il protagonista è un dottore, Narima, che un giorno ha un incidente in cui viene coinvolto un bambino. Il padre rifiuta sia il suo aiuto che i suoi soldi, ma giorni dopo Narima scopre che il piccolo è morto: questi infatti è stato portato nella clinica in cui lavora per un’autopsia. Narima dovrà considerarsi responsabile della sua morte? E potrà fidarsi del referto del suoi colleghi, che giudicano il decesso dovuto a un caso di avvelenamento da cibo?

il dubbio un caso di coscienza


Sostieni SOS studenti! Ci basta un Like!
Alessio Cappuccio
Cosa faccio nella vita? In pratica scrivo e ogni tanto faccio video e fotografie. Appassionatissimo di cinema, ritorno a scrivere di scuola e università dopo aver sperato di aver detto addio per semp...
Diventa anche tu un nostro collaboratore! Scrivi per noi!
Leggi altri articoli in Stage Lavoro e Stage