Festival di Venezia 2019: i 10 film più attesi
Condividi su
Sostieni SOS studenti! Ci basta un Like!

Ecco la nostra top 10 dei film più attesi tra quelli che parteciperanno alla Mostra internazionale d'arte cinematografica di Venezia.

Mostra del Cinema di Venezia 2019: la nostra top 10 dei film più interessanti

Sono tantissimi i film che si potranno vedere durante il Festival di Venezia 2019, l’evento cinematografico più atteso dagli amanti della settima arte. Bisogna però tenere conto della natura di una kermesse come quella veneziana, che per tradizione coniuga spettacolarità e ricerca, autorialità e intrattenimento: anche per questo sono molteplici le sezioni in cui si divide il festival, concorso a parte. Nonostante il ruolo di vetrina, Venezia non sempre riesce a garantire una distribuzione alle opere più coraggiose. Allora, per non perdersi nel mare magnum delle pellicole che parteciperanno al festival e che vorreste recuperare quando usciranno in sala, vi segnaliamo 10 film tra i più interessanti della Mostra del Cinema di Venezia, che sicuramente arriveranno nel nostro Paese e che – a scatola chiusa ma non troppo – vale già la pena vedere.

Se invece volete sapere quali sono tutti i film in concorso a Venezia, leggete qui:

festival venezia 2019 10 film

Foto: Rai Cinema

Film al Festival di Venezia 2019: i 10 titoli da non perdere

  • Ad Astra, regia di James Gray (USA, in concorso): un autore molto poco prolifico come James Gray è riuscito a convincere Brad Pitt a cimentarsi in una storia di fantascienza che ricorda alla lontana Interstellar. Un cosmonauta viaggia fino a Nettuno alla ricerca di vita intelligente e del padre, Tommy Lee Jones, che precedentemente non aveva fatto ritorno da una missione molto simile.
  • Joker, regia di Todd Phillips (USA, in concorso): Joaquin Phoenix interpreta quello che è il villain per antonomasia di Batman, di cui il film racconta la genesi. Come può un uomo qualunque, con la passione per la clownerie, diventare uno spietato criminale fuori di testa? Lo svela questo film che potrebbe sembrare leggero ma che nasconderà probabilmente varie sorprese.
  • Marriage Story, regia di Noah Baumbach (USA, in concorso): Adam Driver e Scarlett Johansson interpretano rispettivamente Charlie, un regista teatrale, e Nicole, la moglie attrice. I due si trovano alla fine del loro matrimonio, ormai consunto, tra accuse reciproche e rancori: un viaggio attraverso gli Stati Uniti li porterà ad affrontare i loro limiti personali.
  • Martin Eden, regia di Pietro Marcello (Italia, in concorso): un cineasta proveniente dal documentario si cimenta con il suo primo vero film di finzione, adattando un testo molto famoso di un autore amatissimo quale Jack London. Protagonista Luca Marinelli, che interpreta il personaggio eponimo che ha come più grande desiderio quello di diventare scrittore.
  • La vérité, regia di Hirokazu Kore’eda (Giappone, Francia, in concorso): il giapponese Kore’eda ha vinto l’anno scorso a Cannes con il commovente Un affare di famiglia e quest’anno passa all’altro maggior festival europeo con il suo primo film “all’estero”. Fabienne (Catherine Deneuve) è una star del cinema molto amata, la cui esistenza ha messo in ombra la figlia, la sceneggiatrice Lumir (Juliette Binoche). Il loro rapporto esploderà quando verrà pubblicata una biografia dell’attrice.
  • The Laundromat, regia di Steven Soderbergh (USA, in concorso): ispirato allo scandalo finanziario dei Panama Papers, il film diretto da un autore eclettico come Soderbergh mette in scena l’investigazione sulla frode assicurativa portata avanti dalla vedova Ellen Martin (interpretata da Meryl Streep), che prende di mira i due soci in affari Gary Oldman e Antonio Banderas con i quali ha un conto in sospeso.
  • The King, regia di David Michôd (Regno Unito, fuori concorso): nuova versione cinematografica dell’Enrico IV di William Shakespeare. Hal, interpretato da Timothée Chalamet, è l’erede al trono che preferisce i bagordi alla vita di corte. Tuttavia alla morte del padre deve accettare il trono e affrontare battaglie sia interne che esterne: al suo fianco solo l’amico-mentore Falstaff (Joel Edgerton), compagno di scorribande.
  • Tutto il mio folle amore, regia di Gabriele Salvatores (Italia, fuori concorso): Vincent, sedicenne autistico, è stato cresciuto dalla madre Elena (Valeria Golino) e dal compagno Mario (Diego Abatantuono), che ha voluto adottarlo. All’improvviso però ricompare nella sua vita il padre Willi (Claudio Santamaria), cantante fallito: i due si trovano costretti a viaggiare insieme, arrivando finalmente a conoscersi come mai avevano potuto fare prima.
  • Seberg, regia di Benedict Andrews (USA, fuori concorso): ormai lanciatissima star di cinema d’autore, Kristen Stewart interpreta l’attrice Jean Seberg, musa della Nouvelle Vague francese, che negli anni ’60 venne presa di mira dall’FBI perché vicina alle Pantere Nere, finendo per avere una relazione sentimentale con un attivista.
  • 5 è il numero perfetto, regia di Igort (Italia, Giornate degli Autori): il fumettista Igort porta a Venezia la trasposizione del suo omonimo graphic novel. Un noir ambientato a Napoli, in cui Toni Servillo è un vecchio killer della camorra che torna in pista dopo la morte del figlio. Accanto a lui l’amico storico Totò ‘O Macellaio (Carlo Buccirosso) e l’amante di una vita Rita (Valeria Golino).

Qui invece trovate l’elenco degli ospiti più importanti:

Foto Copertina: Netflix

Sostieni SOS studenti! Ci basta un Like!
Alessio Cappuccio
Cosa faccio nella vita? In pratica scrivo e ogni tanto faccio video e fotografie. Appassionatissimo di cinema, ritorno a scrivere di scuola e università dopo aver sperato di aver detto addio per semp...
Diventa anche tu un nostro collaboratore! Scrivi per noi!
Leggi altri articoli in Buzz Vita Universitaria