7 piccoli consigli per smettere di essere drepressi
Condividi su

7 piccoli consigli per smettere di essere drepressi

Sostieni SOS studenti! Ci basta un Like!

Se hai una visione pessimistica del mondo ecco qualche piccolo suggerimento per uscire dalla depressione che ti sei creato attorno!

uscire dalla depressione

“Non è sempre domenica”

Potremmo partire da questa citazione per capire che la vita molto spesso nasconde insidie che dobbiamo sapere affrontare per uscire dalla depressione che ci circonda. A tutti capita di avere un periodo no, di pensare che la vita sia un inferno e che non ci sia rimedio per aggiustare le cose. E ci demoralizziamo facilmente. Non avere autostima inoltre non aiuta affatto. Uno dei punti bui è la depressione. Una malattia invisibile che non puoi diagnosticare fisiologicamente. E tutto nella tua testa. Ma devi sapere che una via d’uscita esiste. Ciò detto, va allo specchio e vedrai che non ci sarà niente che non va. Il mondo è bello perché è vario. Si deve pensare solo alle cose serie e vivere la propria vita. Senza preoccuparsi troppo di ciò che gli altri dicono.

Quindi beccati qualche piccolo consiglio per smettere di essere ‘depressi’ per la propria vita 🙂


Fai attività fisica

Non sarò ne la prima ne l’ultima a dirti che il nostro corpo ha bisogno di muoversi. Prendersi cura del proprio corpo è un vero e proprio toccasana per vivere la vita al meglio, aiuta molto nella concentrazione. Sarebbe opportuno fare attività fisica appena svegli, prima di svolgere le proprie mansioni: Che sia andare a lavoro o studiare. Quindi corri, nuota, iscriviti in palestra. Conoscerai nuova gente e chissà magari si trova anche l’amore. E aumenterai la tua autostima.


Prefissati degli obiettivi

È facile cadere in depressione se si pensa di non avere uno scopo nella vita. Non siamo solo: Nasciamo, cresciamo e moriamo. Il “cresciamo” prevede che dobbiamo vivere la nostra vita bella o brutta che sia. Non si deve mai e dico MAI pensare “non valgo niente”, “non so fare niente”, “nessuno mi vuole”. Non è così. Tutti valiamo qualcosa, tutti sappiamo fare qualcosa e tutti sono capaci di accettarci, ma non si possono pretendere grandi cose se si sta chiusi in una stanza a non voler parlare o uscire con nessuno. Pensa a quello che vuoi veramente fare, università corsi vari o direttamente lavorare. Il mondo offre un miliardo di cose, si deve solo prendere in mano la situazione e andare alla ricerca della cosa giusta da fare. Ti piace lo studio? Impegnati e prendi la laurea. Ti piace il make up? Informati sui corsi da poter seguire. Ami motori e macchine? Provvedi a farlo diventare il tuo lavoro o il tuo hobby. Noi siamo gli artefici del nostro destino e non si può aspettare che siano gli altri a costruircelo.


Circondati di persone positive e sii positivo

Se stai leggendo questo articolo posso ben capire che sei una persona alquanto pessimista con una visione sulla tua vita non proprio circondata da rose e fiori. Bene, non è così. Cerca di saper stare al mondo, risolverai tutti i tuoi problemi. Le persone positive ti faranno capire che non avrai nemmeno il tempo di pensare ai problemi, la vita è una sola e bisogna viverla. Esci, svagati con gli amici, sii più entusiasta. Non pensare che magari tutti ti guardano male, che pensano solo a giudicarti, è solo suggestione del tuo malessere interiore. Fidati. Non guardare le persone come ipotetici nemici, ma come ipotetici amici.


Sorridi

Quando si sorride si è sempre più belli (tralasciando la famosa foto di Arisa). Certo non dico di mantenere il sorriso stampato in faccia 24 ore su 24, ma almeno impegnati a farlo. Ricordiamoci che ci vogliono settantadue muscoli per metter il broncio, ma solo dodici per un sorriso. Non vale a niente tenere sempre il muso lungo, essere scorbutici, non voler stare con nessuno. La vita è una sola non si può sprecarla in questo modo.


Nessuna reclusione in casa

Assolutamente no. Sei depresso? La cura migliore è uscire di casa. Alzati dal letto, metti il computer al suo posto, apri le finestre e fa cambiare l’aria. Sento la puzza fino a qui. Saluta la tua famiglia con un bel sorriso e quando ti chiederanno “come stai?” Tu non rispondere “bene” detto con immensa freddezza, i tuoi non vogliono altro che farti sfogare, cercano la tua attenzione, non escluderli. Rendi la tua famiglia partecipe della tua vita, non dico che devi raccontargli vita, morte e miracoli, ma semplicemente dirgli cosa ti turba in quel periodo, con chi ce l’hai. Loro saranno sempre lì ad aiutarti ed ascoltarti.


Prova a donare affetto

Non c’è cosa più bella di sentirsi dire “ti voglio bene” che viene dal cuore. Essere continuamente depressi nuoce gravemente alla salute. Chiama quella tua amica o quel tuo amico che ti ha ascoltato e ti ha aiutato e digli quel grazie che sicuramente sta aspettando da tempo. Sii grato/a per quello che ha fatto o che ha provato a fare, e tutte le volte che avrà provato a farti uscire, ma tu non hai voluto


 Non sentirti mai solo/a

I tuoi amici ti hanno abbandonato? Trovatene altri. Non hai nessuno da amare? Non perdere tempo a cercare l’anima gemella, arriverà da sola. Beh, vuoi qualcuno da amare? Prendi un animale! Un cane, un gatto, anche un topo! Avere qualcuno da accudire, non solo ti renderà la vita più impegnata (e ti farà uscire), ma ti rende più felice, l’affetto e la gioia che un animale prova quando ti vede è immensa, mille volte meglio dell’uomo. Quindi manda a quel paese chi non ha avuto la pazienza e il coraggio di starti accanto e provvedi tu a stare accanto a qualcuno che ti vuole veramente al suo fianco.


Sostieni SOS studenti! Ci basta un Like!
Silvia Ruvolo
Che dire di me? Sono ironica, divertente e tosta; mi piace scrivere di tutto e di più, ma i libri e le serie tv sono il mio pane quotidiano.
Diventa anche tu un nostro collaboratore! Scrivi per noi!
Leggi altri articoli in Master Università