!--[if lt IE 8]>

Stai usando un browser obsoleto. Aggiorna il tuo browser oppure attiva Google Chrome Frame per migliorare la tua esperienza.

Gli 11 giocatori indimenticabili che avete sempre avuto su Pro Evolution Soccer
Condividi su

Gli 11 giocatori indimenticabili che avete sempre avuto su Pro Evolution Soccer

Sostieni SOS studenti! Ci basta un Like!

Tra le cose più belle della vita, la cioccolata, Michelle Pfeiffer e la Master League di Pro Evolution: ecco i giocatori indimenticabili di PES.

“Tra le cose più belle della vita, la cioccolata, Michelle Pfeiffer e la Master League di Pro Evolution.” semicit.

Se sei nato tra fine anni ottanta ed inizio anni ’90 non puoi non aver lasciato il cuore su uno dei tanti Pro Evolution targati Konami. Un paio di organi vitali, tra cui il cuore, sono, lo anticipiamo subito, destinati a colui che ci ha trascinati in tutte le nostre Master League. Tra un colpo brasileiro e l’altro. Castolo. “Non sei mai solo se in attacco hai Castolo”. Un mantra stoico che urlavo sempre ad alta voce prima di ogni partita affrontata dalla mia “corazzata” tra i dubbi leciti di mia madre intenta a richiamare un TSO di puro affetto. Una routine strana la mia, lo confesso. Forse da ospedale psichiatrico. Ma PES era (ed è) una religione per gli appassionati di gaming sportivo.

Prima di ogni partita non c’è solo quell’urlo, ma anche una serie di comportamenti scaramantici (così mi piace dire per nascondere la ‘malattia’ per il gioco): durante la Champions League della Master è d’obbligo andare su Youtube, cercare “Caressa Bergomi intro” ed ascoltare, turno dopo turno, le loro entrate epiche del Mondiale 2006. Così… tanto per caricarmi. Partendo dai gironi. Ah… la mia squadra si chiama “Real Cavron”: un nome, un perché. E questi sono i miei 11. Sempre presenti da PES 3 (il mio primo approccio al gioco) fino alle fine dei tempi. Godetevi il viaggio.

Sostieni SOS studenti! Ci basta un Like!
Leggi altri articoli in Cinema & Serie TV Vita Universitaria