22 metodi su come smaltire la sbornia in fretta
Condividi su

22 metodi su come smaltire la sbornia in fretta

Sostieni SOS studenti! Ci basta un Like!

Ci sono reduci da sbornie colossali che possono garantire che questi espedienti selezionati funzionino per davvero. Alcune volte si esagera e per rimettersi in senso dopo un sabato sera fuori dagli schema ci si impiega l’intera domenica.

come smaltire sbornia la sbornia

Ci sono reduci da hangover colossali che possono garantire che questi espedienti selezionati funzionino per davvero. Alcune volte si esagera e per rimettersi in senso dopo un sabato sera fuori dagli schema ci si impiega l’intera domenica. Ma ci sono alcuni piccoli segreti per tentare di riprendersi in poco tempo. Abbiamo raccolto alcuni metodi su come smaltire la sbornia che potrebbero fare al caso vostro. Soprattutto se state leggendo la mattina successiva, con discreta attenzione e un po’ di panico nello stomaco dovuto a presenza di alcol importante!


Riempire lo stomaco

Prima dell’inizio della serata è bene fare il cosiddetto “fondo” allo stomaco. Mangiare cibo grasso aiuta a riempire le pareti intestinali e far circolare meno alcol nel nostro corpo. Sembrerebbe solo una leggenda metropolitana, ma potrete provare voi stessi la veridicità di questo metodo. Lo stesso effetto lo ha un bicchierone di latte fresco bevuto un’ora prima di uscire.


Bere molta acqua

La principale causa dei mal di testa da hangover è dovuta all’assenza di acqua nel corpo, perché tutta quella bevuta durante la serata viene portata direttamente nei reni a causa della scarsa presenza di vasopressina bloccata dalla presenza di alcol. Per evitare quei maledetti mal di testa bisogna bere molta acqua prima di uscire, per permettere all’organismo di essere adeguatamente idratato durante la notte.


Mantenersi in allenamento

È più un obiettivo a lungo termine che un espediente da attuare nell’immediato, ma avere un corpo allenato sicuramente aiuta. Fare un leggero workout tutti i giorni aiuta a superare le fatiche del sabato sera, garantito.


Bere bevande chiare

Gli alcolici e le bevande in generale che presentano colori scuri sono quelli più elaborati e difficilmente smaltibili dal nostro corpo. Uno degli espedienti per non procurarsi un cattivo mal di testa è quello di assumere solo bevande dal colore neutro o poco più chiaro del vino rosso. Naturalmente non è una regola aurea, ma questo può aiutare se si sa di dover bere molto.


Avere sempre con se dell’acqua

Come già detto prima l’acqua viene difficilmente assorbita dal nostro corpo se in circolo abbiamo dell’alcol, ma berne durante la serata aiuterà a smaltire più in fretta le bevande assunte. Una vera e propria depurazione utile a non stare male poche ore dopo.


Non esagerare con i movimenti veloci

In genere si beve quando si va a ballare, e per quanto muoversi faccia smaltire l’alcol attraverso il sudore ed il metabolismo, inficerà sulla nostra salute del giorno dopo. Muoversi forsennatamente mentre si assume alcol è il miglior amico dell’emicrania.


Camminare molto

Camminare molto aiuta la sbornia ad andarsene via senza lasciare troppa traccia nel nostro corpo. Tornare a casa a piedi è sempre un espediente valido, ma assicuratevi di non rimanere da soli e sempre in compagnia di qualcuno, almeno più sobrio di voi.


Una bella doccia

Forse non c’è neanche bisogno di dirlo, ma una doccia è la il toccasana per eccellenza. La cosa più indicata sarebbe farsi una doccia veloce prima di mettersi a letto, riposare, svegliarsi e fare una breve doccia prima di bere un tè caldo, per poi tornare a letto e se necessario fare ancora una brevissima doccia. Se avete bevuto poco responsabilmente sarete propensi ad assumervi le colpe nei confronti dello spreco di risorse idriche.


Evitare bevande gassate

L’anidride carbonica contenuta nelle bevande aumenta il tasso di assorbimento dell’alcol, questo vi porta a consumarne maggiormente senza farvi rendere conto che avrete a che fare con un mal di testa colossale e gonfiore di stomaco la mattina dopo.


Non mischiare

Mischiare diversi tipi di alcol è deleterio per le nostre cellule cerebrali e per lo stomaco. Parliamo di sostanze chimiche differenti e pesanti da smaltire che ci pentiremo di aver bevuto. Il processo di fermentazione è specifico per ogni alcolico e la confusione che avrete nella testa sarà la stessa che avrete nello stomaco. Tenete una certa regolarità nella tipologia di cocktail o bevanda.


Antidolorifici

Dato che l’alcol può richiedere fino ad 11 ore per essere smaltito può essere che vi serva un aiutino. Alcuni prediligono l’aspirina, ma l’ibuprofene sembra essere il miglior alleato per il mal di testa. Considerate se realmente ne avete bisogno, avete già fatto troppo male al vostro corpo con la bevuta della notte prima è il caso di assumere altre sostanze chimiche?


La mattina bere tanta acqua

Ormai è la nostra più cara amica lo sappiamo, ma reintegrare il quantitativo corretto di acqua aiuta ad alleviare i sintomi, regolarizzare le mucose del corpo e dare una piacevole sensazione di sazietà.


Mangiare adeguatamente

Mangiare cibo secco come cracker o biscotti aiuta ad “asciugare” i residui di alcol nello stomaco e andrebbero evitati cibi complessi e grassi. Specialmente un volta che tornate a casa e siete in discreta difficoltà. Dirigetevi verso la cucina e se avete abbastanza lucidità, tentate di mangiarvi qualche pacchetto di cracker. Vi aiuterà a trascorrere una notte meno infernale di quanto previsto.


Assumere bevande adeguate

Sali minerali e zuccheri vengono consumati in grossissime quantità durante una serata di euforia alcolica, è bene reintegrarne con succhi di frutta e bevande energetiche. Acqua e limone rimane un ottimo espediente per riportare in equilibrio l’intestino.


Distrarre la mente

Fissare uno schermo del telefono non è sicuramente il massimo e prendere in mano un libro non è cosa da tutti dopo una sbornia senza eguali. Se per distrarvi non potete passeggiare vi rimane soltanto la tv. Questo perché la distanza è ottimale per non disturbare troppo la mente ma abbastanza per distrarla.


Evitare la caffeina

Lo so che vi sembrerà strano, ma il caffè non aiuta dopo un’epica bevuta. Essendo la caffeina un diuretico non farà altro che rendere vana la vostra incetta di acqua per riassumere i liquidi persi.


Non bere alcol nuovamente

Momentaneamente allevierebbe il casino che avete nella testa, ma renderebbe ancora più difficile tornare sobri in tempi ragionevoli. Evitare alcol per le 24 ore successive all’hangover sarebbe una cosa saggia. Anche se ci sarebbe quella leggenda strana chiamata “richiamino”… Voi non testatela.


Evitare farmaci specifici per l’hangover

In commercio esistono diversi farmaci specifici per riprendersi dopo l’assunzione di alcolici. Scientificamente ci sono diversi dubbi riguardo l’efficacia di questi metodi che si trovano nelle comuni parafarmacie o nel reparto integratori dei supermercati. Rimane valido il consiglio di bere un succo di frutta, indicatissimo un succo di mela scaldato con della cannella in polvere.


Dormire almeno 10 minuti ogni ora per 3 ore

Sicuramente avete bisogno di tempo per questo espediente, ma pare che un ciclo di tre sonnellini da dieci minuti ogni ora ripristini adeguatamente il ritmo del sonno. Provare per credere!


Fare una corsetta

Il movimento fisico aiuta sempre, il pomeriggio dopo una notte brava sarebbe opportuno fare una leggera corsetta per dare nuova carica al corpo indolenzito e acciaccato. È un bel colpo di vitalità che regalerete al vostro organismo.


Evitare le luci

La luce non va molto d’accordo con il mal di testa, è per questo che non uscire immediatamente dopo esservi svegliati aiuterà la vostra testa a non credere di essere una palla da bowling.


Calcolare il tempo per smaltire

Esistono tabelle specifiche per sesso e costituzione che delineano sommariamente quali sono le tempistiche di assorbimento dell’alcol nel corpo umano. Sfruttare queste tabelle può risultare utile per attendere fra un drink e l’altro. Altro consiglio da seguire insieme la tempistica è il non scendere di graduazione, perché il corpo ne risente maggiormente degli sbalzi, molto meglio rimanere stabili o passare dal poco al molto, piuttosto che il contrario.


Sostieni SOS studenti! Ci basta un Like!
Saverio Covello
Da grande volevo fare lo scrittore, poi sono finito per curare l'immagine e la comunicazione per aziende che mi definivano brand designer. Oggi scrivo qualche parola sul web e posso finalmente definir...
Diventa anche tu un nostro collaboratore! Scrivi per noi!
Leggi altri articoli in Stage Lavoro e Stage