Ho provato Happn per una settimana e vi spiego perchè ho smesso
Condividi su

Ho provato Happn per una settimana e vi spiego perchè ho smesso

Sostieni SOS studenti! Ci basta un Like!

Una settimana tra i meandri di Happn e tra soggetti incontrati grazie all'app che ti mette in contatto con persone appena incrociate!

Non c’è soluzione di continuità: ogni qual volta che giro lo sguardo in Piazza Duomo mi innamoro. Anche se il colpo di fulmine potrebbe essere diretto al maestoso monumento meneghino, confesso che il problema è causa della miriade di ragazze ‘carine’ (termine volutamente leggero) che circolano nei pressi. L’esperienza, soffertissima, si ripete ogni santo giorno per raggiungere la metro ed andare al lavoro. Uno, tre, sette innamoramenti in nemmeno 250 metri e il solito coraggio da Mammolo dei sette nani che blocca ogni blitz per fare colpo. Un po’ sconsolato ed un po’ arrendevole torno a casa con la consapevolezza che il mio momento non verrà mai, se non con un aiuto ‘esterno’. E’ esattamente in questo momento che decido di darmi un’altra opportunità e provare Happn, app di dating online, per non lasciare nulla di intentato al caso. Una settimana di prova. E’ questo il termine che mi do per conoscere, fidanzarmi e sposare la ragazza del mio prossimo incontro. Un po’ troppo Ted Mosbyano (se non avete mai visto How I Met Your Mother, vergognatevi!) come pensiero, ma son della filosofia di vita del: “tutto per tutto o niente di niente.” Sperando di non incappare in soliti soggetti strani che in tre domande idiote te ne smontano la persona, confesso di essere carico nonostante la mia poca fiducia sull’incontro forzato dai social di dating. Ma tant’è. Una settimana passa in fretta! E la mia ora X comincia proprio di lunedì.

Lunedì mattina è il classico giorno di merda che ti deve preparare alla settimana di sangue al lavoro (nel mio caso) o di studio universitario (per alcuni di voi)… ma prima, c’è da affrontare il percorso metropolitano e soprattutto devo impostare il mio profilo su Happn! Tento di buttar su le 4-5 foto che mostrano il mio profilo migliore (ah perché ce ne sono?), magari con qualche contesto importante sullo sfondo (Londra spacca sempre) e via. Il primo contatto di incrocio che ricevo è di quella che io etichetto come La “Sbindona”.

La timeline dell'app - Immagine: Happn

La timeline dell’app – Immagine: Happn

Tanto premesso: non avevo fatto i conti con la realtà e con la miriade di tipologie di persone ‘strane’ che puoi incontrare in giro per il mondo. In questo caso, Piazza Duomo le concentra tutte. Ma questa è un’altra storia… che capirete alla fine.

Sostieni SOS studenti! Ci basta un Like!
Leggi altri articoli in News Università