La creatività è contagiosa. Trasmettila. Albert Einstein

Snowboard, dagli sci alle tavole: la nascita dello sport e i campioni di snowboarding
Condividi su

Snowboard, dagli sci alle tavole: la nascita dello sport e i campioni di snowboarding

Sostieni SOS studenti! Ci basta un Like!

Una tavola e una pista coperta di neve sono un modo semplice di divertirsi sulla neve. Chi pratica snowboard lo sa bene, ma la storia di questo sport affascinerà anche chi non l’ha mai provato. Pronti a scoprirla?

Lo sport dello snowboard tra tecnica e freestyle

Lo snowboard, anche se nato non molti anni fa, ha riscosso talmente tanto successo da esser diventato lo sport invernale più praticato dopo lo sci e da aver conquistato un posto come disciplina ai Giochi Olimpici invernali.
Le discese sulle tavole si sono infatti affermate innanzitutto come valida alternativa al surf nei mesi freddi, ma sono anche l’opzione preferita da chi fa skateboard quando c’è la neve. Sono però le caratteristiche proprie dello snowboard ad averne determinato la fortuna: la tecnica usata per fare snowboard si presta anche a versioni acrobatiche di questo sport, come il freestyle e il freeride, che hanno incuriosito molti sportivi e diversi spettatori.
Che tu sia un appassionato di sport in montagna o meno, di certo sai cosa è uno snowboard, tuttavia è probabile che la storia e l’evoluzione nel tempo delle tavole ti sia ignota. SOS Studenti in questo articolo ti farà scoprire le sue origini e l’identità di alcuni snowboarder famosi.

Ti è venuta voglia di iniziare a fare snowboard? Allora non perderti le nostre guide:

Tavole da snowboard: la nascita e l’evoluzione dallo snurfer a Burton

La storia dello snowboard comincia, come quella di tutte le migliori idee, quasi per sbaglio. Negli anni ’60 quando l’ingegnere americano Popper costruì un monosci che i suoi figli utilizzarono posizionandosi di traverso rispetto alla lunghezza della tavola. Da questo semplice gesto ebbe origine l’illuminazione che ha portato alla nascita dell’antenato dello snowboard: era nato lo snurfer (proprio dall’affinità con il surf!).
Le tavole iniziarono a venir prodotte in serie, diffondendosi negli USA e una di queste finì in mano a Jack Burton. Il cognome ti risulterà senz’altro familiare in quanto è il fondatore dell’omonimo marchio che negli ultimi anni si è esteso a tutti i tipi di attrezzatura e abbigliamento da snowboard.
Burton rivoluzionò e perfezionò gli snurfer, ma a fargli concorrenza arrivò Milovitch con il suo winterstick e Sims con lo skiboard.
Sims, dopo aver vinto con le sue tavole il primo campionato mondiale del 1981, sfruttò l’occasione per lanciare i suoi snowboard sul mercato europeo sfruttando l’innovazione tecnologica e le sue industrie. La stessa idea la ebbe Burton, e si rivelò vincente dato che prima gli europei e poi gli americani ne rimasero conquistati.
Col passare del tempo la tecnica di questo sport si è affinata e le tavole da snowboard hanno fatto altrettanto: nuove marche, negozi e shop online, modelli diversi e prezzi più o meno alti a seconda della specialità per cui vengono usate.

Snowboarder famosi: i campioni della tavola

Le gare e i campionati di snowboard hanno preso piede fin dagli anni ’80 e i primi vincitori sono stati proprio gli inventori delle tavole. Oggi le specialità di questo sport sono innumerevoli: da competizioni amatoriali a concorsi nazionali e internazionali, la storia dello snowboard si è evoluta velocemente sotto il profilo agonistico. Molti famosi campioni, vincitori di coppe e medaglie, hanno contribuito alla diffusione di questo sport affascinando il pubblico con la loro abilità sulla tavola:

  • Shaun White: l’americano leggenda dello snowboard all’inizio della sua carriera venne finanziato da Burton stesso che ne riconobbe il talento. Di certo non ha deluso le sue aspettative vincendo 18 medaglie agli X-Games di cui 13 d’oro ed aggiudicandosi il titolo di campione olimpico di snowboard halfpipe a Torino 2006 e a Vancouver 2010.
  • Raffaella Brutto: non solo campioni americani e maschi, Raffaella è una degna rappresentante dell’Italia in questo sport con i suoi 25 podi tra campionati italiani, Coppa Europea e Coppa del Mondo.
  • Seth Wescott: l’americano ha vinto un mondiale e due olimpiadi nello snowboard cross, oltre a dieci podi in coppa del mondo.
  • Estelle Balet: la svizzera è stata campionessa del mondo di snowboard Freeride, la versione più estrema di questo sport, nel 2015. Sfortunatamente è morta l’anno successivo travolta da una valanga proprio mentre girava un video sulla sua tavola.

Anche se non sei un campione, questo non significa che non puoi provare a cimentarti in qualche salto:

Dove andare a fare Snowboard: le piste e gli Snowpark per tutti i gusti

Questo articolo ti ha fatto venire una voglia matta di mettere la tavola sotto i piedi. Allora non ti resta che svegliere dove andare:

 

 

Fonte foto: Winter Campus Week (Facebook page)

Sostieni SOS studenti! Ci basta un Like!
Potrebbe interessarti anche
Isabelle Giacometti
Premetto che non sono mai stata brava a parlare di me, di certo meno di quanto non lo sia a scrivere. Cosa dovete sapere su di me? Ho 19 anni, mi piace il rosa, sono la persona più freddolosa del...
Diventa anche tu un nostro collaboratore! Scrivi per noi!
Leggi altri articoli in Come si Scrive Università