La creatività è contagiosa. Trasmettila. Albert Einstein

Il kit di sopravvivenza che devi avere in macchina per le vacanze invernali
Condividi su

Il kit di sopravvivenza che devi avere in macchina per le vacanze invernali

Sostieni SOS studenti! Ci basta un Like!

Sottolineiamo il primo troll di giornata: lo studente universitario deve assolutamente scordarsi le ‘vacanze’ invernali!

kit di sopravvivenza

Sottolineiamo il primo troll di giornata: lo studente universitario deve assolutamente scordarsi le ‘vacanze’ invernali. Il termine, nuovo, che probabilmente state cercando è: vacanze inFernali. Sì, perché dopo il 6 Gennaio inizia la sessione d’esami più lunga dell’anno: 30 giorni di prove scritte, orali, semi-scritte, semi-orali e amen. C’è chi, però, decide di portarsi avanti con lo studio e di godersi le tanto meritate ferie sulle neve. E poi c’è chi parte lo stesso, perché le vacanze invernali SONO SACRE. Bisogna però munirsi di pazienza e del giusto kit prima di affrontare quello che solitamente può essere definito come ‘vacanza dell’ignoranza’.

4 elementi imprescindibili per divertirsi.

 

1. Finkbrau

L’ignoranza che avanza, sempre. La Finkbrau è senza dubbio la birra migliore della categoria e meriterebbe 5 punti su 5. Ha quel giusto gusto di alluminio, quell’amarognolo che cambia l’esistenza. Una vacanza degna di nota non può cominciare senza un protagonista, anzi UNA protagonista: la birra ignorante. Se vi state dirigendo verso una meta decisamente impegnativa dal punto di vista economico (per chiarirci, dove una birra media costa 7-8 euro), la ignorance-beer rappresenterà la vostra salvezza. Soprattutto dopo una giornata ai -10° in giro per la città scelta come meta invernale. 20 cents a lattina per dare gusto al viaggio.

 

2. L’organizzatore

Elemento imprescindibile. Se non c’è lui, scordiamoci tutto il resto. Già mesi prima del viaggio si è informato sul percorso da affrontare, ostacoli da superare… e sul LIDL più vicino per la classica serata ignorante che spetterà ai suoi discepoli. Nota di merito: non si scompone se salta un amico, ha già messo in waiting list un paio di cugini di terzo e quarto grado.

 

3. Le gomme adatte

Il motivo, almeno per una volta, è serio. Non cercate di ovviare al problema partendo per le vostre vacanze invernali in montagna senza il giusto set di gomme: quelle invernali sono OBBLIGATORIE per legge, ma soprattutto per evitare situazioni personali spiacevoli. Il nostro suggerimento? Trovare il pneumatico giusto: le Goodyear invernali con temperature inferiori a 7°C, con disegni del battistrada specifici per favorire la trazione.

 

4. I libri per studiare?

L’ultimo punto non è necessariamente obbligatorio. O meglio… dovrebbe esserlo per chi si ritrova clamorosamente indietro con lo studio. Vi sveliamo un segreto: portarvi dietro il manuale di Diritto Privato con l’intenzione, genuina, del “mi porto il libro così studio un po’ durante le vacanze”… NON FUNZIONA. Per niente. Abbandonatevi al divertimento e amen. I 2000 articoli di privato, fidatevi, non li apprenderete di certo con amici e alcool nelle vicinanze. In bocca al luppolo… E BUONE FESTE!

Sostieni SOS studenti! Ci basta un Like!
Potrebbe interessarti anche