!-- Google Tag Manager (noscript) -->

La creatività è contagiosa. Trasmettila. Albert Einstein

Le migliori università del mondo: la classifica
Condividi su

Le migliori università del mondo: la classifica

Sostieni SOS studenti! Ci basta un Like!

Ogni anno vengono stilate numerose classifiche che riportano le università più importanti e prestigiose del pianeta: ecco quali sono le più illustri

migliori università del mondo

LE MIGLIORI UNIVERSITA’ DEL MONDO

Gli indici di qualità e prestigio sono indicatori importantissimi sia per i singoli atenei, che possono così lustrarsi di buoni piazzamenti per accrescere la propria appetibilità verso gli studenti, che gli studenti stessi, che possono appunto rendersi conto di quali siano gli atenei considerati migliori e più rispettabili in cui ottenere un titolo di studio. Tra le tante classifiche che recensiscono annualmente le università nazionali e internazionali una delle più attendibili è quella pubblicata ogni anno verso metà agosto dall’Università Jiao Tong di Shanghai, dal titolo di Academic Ranking of World Universities (Classifica Accademica delle Università Mondiali), conosciuto anche con l’acronimo di ARWU; questa lista considera vari aspetti, ma dà particolare importanza a elementi quali premi conseguiti e pubblicazioni redatte, mirando a valutare appunto il prestigio di un’istituzione accademica, e ordinare i primi 500 atenei nel mondo. In attesa della prossima edizione ormai prossima, è ancora più che valida la classifica stilata lo scorso agosto, che mostra dunque quali atenei siano i più prestigiosi su scala globale.

 

LEGGI ANCHE: La Top 10 delle Università made in USA

 

LE MIGLIORI UNIVERSITA’ DEL MONDO: CLASSIFICA

Secondo lo studio annuale della Jiao Tong, anche nel 2014 appena passato si pone in vetta alla classifica Harvard University, che totalizza il punteggio perfetto di 100/100 nei vari settori presi in esame. Celeberrima in ogni suo corso di studio, estremamente selettiva e di livello molto alto, l’ateneo del Massachusetts domina la classifica grazie ai numerosi Premi Nobel e luminari negli ambiti più disparati usciti dalle sue aule.

migliori università del mondo

Harvard University in prima posizione – Immagine: Wikimedia.org

Distante anni luce la seconda classificata, Stanford University, che ottiene “solo” un ranking totale di 72.1 punti; il podio tutto a stelle a strisce viene completato da un altro ateneo celeberrimo come il MIT, acronimo di Massachussetts Institute of Technology. Anche scorrendo un po’, la classifica è sempre dominata dalla scuola anglosassone: al quarto posto troviamo infatti California-Barkeley, ateneo sempre USA, per poi arrivare finalmente al primo istituto europeo, Cambridge. Solo alla fine della top 10 la rivale storica dell’ateneo dell’omonima cittadina inglese, Oxford, e addirittura undicesima Yale; dal sesto al nono posto troviamo ancora solo stelle e strisce, rispettivamente con Princeton, CIT (California Institute of Technology), Columbia e University of Chicago.

migliori università del mondo

Columbia University – Immagine: Mike Steele via Flickr.com

Per scorgere il primo ateneo non di lingua inglese bisogna arrivare alla 19sima posizione, occupata dalla svizzera Swiss Federal Institute of Technology, con sede a Zurigo; ventesimo College London, frequentata anche da molti giovani italiani, mentre al gradino successivo troviamo la prima università asiatica in lista, University of Tokyo. All’interno di una classifica sempre caratterizzata dalla bandiera a stelle e strisce, troviamo alla posizione 24 la prima canadese, University of Toronto, alla 35 la prima francese, Univerisity Paris 6 dedicata ai coniugi Curie; l’Oceania si piazza al massimo al 44° posto, occupato dall’Università di Melbourne, mentre per l’America Latina bisogna scendere fino al settore 101°-150° posto con l’Università di San Paolo, in Brasile. Ancora più giù l’Africa, che piazza solamente tra il 201° e il 300° posto il primo ateneo del continente, l’Università di Città del Capo. Non sorride certo molto di più l’Italia, che non piazza nessun istituto tra i primi 150: secondo l’ARWU la migliore è Bologna, seguita poco più giù da Milano, Padova, Pisa e Torino, tutte comunque tra il 151° e il 200° posto.

 

LEGGI ANCHE: Le università più prestigiose d’Italia

 

LE MIGLIORI UNIVERSITA’ DEL MONDO: CLASSIFICA SETTORI

Non cambia poi moltissimo la classifica distinta in singoli settori, anche se si ritrova qualche novità. In matematica ad esempio, se Princeton si porta in vetta alla classifica di questo specifico ambito, superando proprio Harvard, la Pierre and Marie Curie University si porta al quarto posto; stupisce anche il decimo posto conseguito da King Abdulaziz University, situata in Arabia Saudita, erede moderno di una cultura e una tradizione millenaria per quanto riguarda i numeri come quella araba.

La fisica torna invece dominata dagli anglosassoni, con l’eccezione di Tokyo che si piazza al settimo posto. Tutte americane le prime sei, capeggiate stavolta da California-Barkeley, in una classifica che vede il nostro miglior piazzamento ancora con Bologna, risultata cinquantesima a livello globale. Non varia di molto la chimica, sempre dominata dall’ateneo californiano che guida parecchie colleghe di lingua inglese, mentre quasi imbarazzante pare la superiorità nordamericana nell’informatica, con i propri istituti nei primi 14 posti (con la sola Università di Toronto a non essere statunitense). Dominio assoluto anche nell’economia, dove bisogna aspettare ben 27 posti per trovare un’università non anglosassone (l’olandese Erasmus University) e dove Harvard torna a fare la voce grossa riprendendosi la vetta della specifica classifica.

Ogni lista presa in esame per valutare il prestigio delle università mondiali vede dunque il costante predominio del mondo anglosassone e statunitense in particolare: un sistema ancor oggi estremamente selettivo e dai costi elevatissimi, il cui contraltare è dato da atenei molto più avanzati qualitativamente sia dal punto di vista delle strutture che dei servizi, di pregevolissima fattura in ogni ambito.  Nel caso foste dei geni in qualche settore scientifico, conviene dunque, parafrasando Carosone, vole’ fa’ l’americano: le rette sono proibitive, ma le borse di studio sono numerose e uscire da uno di questi atenei dà, anche formalmente, parecchio prestigio.

Sostieni SOS studenti! Ci basta un Like!
Potrebbe interessarti anche
Giacomo Sordo
Veronese, cestista, universitario in vista di una fioca luce in fondo al tunnel: meglio su un campo che in aula, il che è veramente tutto un dire.
Diventa anche tu un nostro collaboratore! Scrivi per noi!
Leggi altri articoli in Buzz Vita Universitaria