Come calcolare il voto di laurea: il metodo adatto
Condividi su

Come calcolare il voto di laurea: il metodo adatto

Sostieni SOS studenti! Ci basta un Like!

Il calcolo del potenziale voto in sede ultimo d’esame risulta sempre un mistero per gli studenti. Ecco come si fa.

come calcolare voto laurea

COME CALCOLARE IL VOTO DI LAUREA: CALCOLO DEL VOTO MEDIO

Non è sempre chiaro allo studente ‘medio’ il metodo per il calcolo del proprio voto di laurea. Come si fa? Quali sono gli elementi presi in considerazione? E’ tutto molto semplice. Partendo dal presupposto che non tutte le università seguono lo stesso metodo di calcolo, quello più comune rimanda al voto medio ponderato. E’ chiaro che il voto di laurea è espresso in centodecimi. Ed è altrettanto chiaro che il peso dei tuoi voti durante la carriera universitaria influenzino il punteggio finale. Ma andiamo per gradi: prima di tutto bisogna calcolare il voto medio che si ottiene moltiplicando ogni singolo voto d’esame per il numero di crediti (detti anche CFU) associati alla materia (che chiamiamo peso).

 

 

COME CALCOLARE IL VOTO DI LAUREA: VOTO MEDIO PONDERATO

Una volta calcolato il peso si può passare al punto successivo che è il calcolo reale del voto medio ponderato. Anche questo passaggio risulta essere molto semplice. Una volta calcolati, i pesi debbono essere sommati e quindi divisi per il numero complessivo dei crediti. Di seguito riportiamo la formula corretta:

Voto Medio Ponderato = (voto esame1 x crediti esame1) + (voto esame2 x crediti esame2) + (…) /
numero crediti complessivo

Una volta ottenuto il voto medio ponderato, lo si moltiplica per 110 e successivamente diviso per 30. Eh voilà. Ecco com’è calcolato il voto finale.

 

ESEMPIO

Procedimento 1

[25 (voto esame1) x 10 (CFU esame1)] + [28 (voto esame2) x 5 (CFU esame2)] = 250 + 140 = 390

 

Procedimento 2

390 / 15 (CFU complessivi) = 26 [voto medio ponderato]

 

Procedimento 3

26 x 110 = 2860

2860 / 30 = 95,33333   <——- Voto di laurea

 

COME CALCOLARE IL VOTO DI LAUREA: CONSIGLI FINALI

Ma non è finita qui. Nel calcolo del nostro punteggio di laurea non abbiamo tenuto conto dei possibili bonus derivanti da partecipazione a tirocini curriculari, oppure a quelli legati dalla tesi di laurea (solitamente arrivano ad un massimo di 5 punti per le lauree triennali ad un max di 10 per la laurea magistrale, ma controllate bene i criteri della vostra università) o ancora ad altre attività extra-curriculare che però vanno ad incidere sul voto finale. Altra soluzione adottata dalle facoltà è quella dell’esclusione degli estremi. Spieghiamo meglio: solitamente, nella composizione della media di laurea verranno esclusi due voti: il peggiore ed il migliore. Come detto in precedenza, non c’è una regola aurea per tutte le università, quindi informatevi presso la segreteria adibita. Il consiglio finale è quello di non perdersi troppo in calcoli matematici-fisici, ma concentrarsi solamente sullo studio e fare un’ottima tesi di laurea. Poi i risultati arriveranno da soli. Si spera.

Sostieni SOS studenti! Ci basta un Like!
Simone
U.S.A. Lover, Basketball addicted, mangiatore di Serie Tv e amante della Sport. Il problema è che guardo tutto comodamente dal divano di casa mia.
Diventa anche tu un nostro collaboratore! Scrivi per noi!
Leggi altri articoli in News Università