Università: tutti i cambiamenti del Miur per il 2019
Condividi su

Università: tutti i cambiamenti del Miur per il 2019

Sostieni SOS studenti! Ci basta un Like!

I cambiamenti decisi dal MIUR per le Università a partire dal 2019: cosa cambia per gli atenei, le borse di studio e le assunzioni dei professori.

MIUR, Manovra Bussetti: i cambiamenti in arrivo per l’università dal 2019

È stata da poco approvata dal Governo la Legge di Bilancio che contiene al suo interno la famigerata Manovra Bussetti per la scuola e l’università nel 2019. Tanti i cambiamenti previsti dal Miur, soprattutto per quanto riguarda il settore universitario. Secondo quanto dichiarato dal ministro Marco Bussetti queste sono misure concrete che vanno ad inserirsi nel solco del lavoro effettuato già dall’insediamento del nuovo team del Ministero dell’Istruzione.

Università 2019, Manovra Bussetti: tutte le novità

“Siamo riusciti a inserire nella Manovra provvedimenti che erano per noi essenziali come l’incremento della facoltà assunzionale negli atenei, in particolar modo in quelli virtuosi, la nascita della Scuola Superiore Meridionale, e  ad incentivare un percorso coerente per il buon funzionamento del sistema scolastico, dell’università e della ricerca” ha dichiarato Marco Bussetti. Vediamo allora insieme tutte le novità per il mondo universitario decise da questa Manovra Bussetti 2019.

Professori universitari: nuove assunzioni e risorse per le Cattedere Natta

Per quanto riguarda l’università e le novità della Manovra Bussetti vediamo subito che vi sono delle novità importanti inerenti le risorse per le cattedre Natta, ossia con chiamate dirette. Vengono finalmente liberate e, insieme ad altri fondi stanziati appositamente, serviranno ad assumere nuovi ricercatori di tipo B. Si parla di circa 1500 nuove assunzioni ed è una misura per i giovani che, dopo il percorso di studio, potranno finalmente inserirsi nelle attività di ricerca e di insegnamento senza problematiche burocratiche eccessive. Dopo 3 anni, infatti, si potrà passare a ruolo di professore associato. Ci saranno anche delle assunzioni in più sia per quanto riguarda i ricercatori che per i docenti nelle università cosiddette virtuose. Come si legge sul comunicato stampa del ministero, infatti, gli atenei: “Potranno andare oltre il normale turnover e i ricercatori confermati a tempo indeterminato potranno finalmente passare di ruolo come professori associati”.

Finanziamenti Università 2019: cosa cambia con la Manovra Bussetti

Per quanto riguarda poi il fondo di finanziamento ordinario delle università, il MIUR nel 2019 ha previsto un incremento di 100 milioni di euro all’anno a partire dal 2020. Questo al fine di garantire una maggiore offerta didattica e qualità dei servizi agli studenti. Un primo incremento economico è già previsto comunque da quest’anno, con un investimento di circa 40 milioni. Questa nuova Manovra Bussetti per l’Università prevede inoltre degli altri incrementi del fondo, al fine di assumere di ruolo dei ricercatori di tipo B e far passare, come abbiamo anticipato, a professore associato i ricercatori confermati.

Borse di studio in aumento con la Manovra Bussetti 2019

Buone notizie anche per gli studenti universitari perché ci saranno più borse di studio grazie ad un fondo integrativo statale che vede un aumento di 10 milioni per il 2019 proprio per la concessione delle borse di  studio. Un incremento anche delle borse  per la specializzazione medica. Il MIUR ha spiegato che, visto il bisogno di un maggior numero di Medici, il Governo ha deciso di stanziare 100 milioni in più per finanziare i contratti di formazione per gli specializzandi. Altri fondi vengono poi stanziati per il CNR a partire dal 2019, alla Fondazione EBRI (European Brain Research Institute) con un contributo di €1000000 per il 2019, 2020, 2021. Vengono aggiunti anche 10 milioni di euro nel fondo di finanziamento ordinario degli enti di ricerca e nel fondo per la stabilizzazione della scuola sperimentale di dottorato internazionale Gran Sasso Science Institute.

La Scuola Superiore Meridionale dell’Università di Napoli

Come vi avevamo già annunciato poi nascerà la Scuola Superiore Meridionale. In via sperimentale l’Università degli Studi di Napoli Federico II darà i nfatti vita a questa nuova scuola. Il progetto viene finanziato con circa 50 milioni di euro suddivisi nei tre anni dal 2019 al 2022 e vuole facilitare l’assunzione di ricercatori e docenti universitari. Vi saranno così nuovi corsi di dottorato di ricerca, dei master, il tutto in collaborazione con le scuole universitarie federate.

Se vuoi sapere tutto basta leggere qui:

Manovra Bussetti: le assunzioni dei giovani laureati di talento

In ultimo i giovani laureati di talento potranno godere di alcune facilitazioni per l’assunzione. Infatti con un apposita norma prevista in questa manovra Bussetti 2019, le imprese verranno incentivate ad assumere nel proprio team di lavoro dei giovani laureati con 110 e lode.

(Fonte Immagini Pixabay)

Sostieni SOS studenti! Ci basta un Like!
Leggi altri articoli in App Lifestyle Vita Universitaria