Le università più prestigiose d’Italia
Condividi su

Le università più prestigiose d’Italia

Sostieni SOS studenti! Ci basta un Like!

L’aver conseguito una laurea in un ateneo importante dà maggior valore al titolo di studio: ecco le università di maggior prestigiose d'Italia.

le università più prestigiose italia

LE UNIVERSITA’ PIU’ PRESTIGIOSE D’ITALIA: PREMESSA

Il prestigio e la qualità dell’offerta formativa sono com’è logico fattori molto importanti per ogni ateneo, che acquista ovviamente maggiore credibilità e attrattiva se può vantare credenziali oggettive importanti. Queste caratteristiche sono osservate con altrettanta attenzione dagli stessi studenti, che a parità di offerta formativa cercheranno ovviamente di optare per l’università ritenuta più prestigiosa, in grado così di dare maggiori garanzie di rapida assunzione una volta terminati gli studi, grazie a un nome altisonante da presentare in curriculum: non è ovviamente la stessa cosa ottenere una laurea ad Harvard o ad un qualche ateneo di provincia.

Per questi motivi le classifiche riconducibili al più che variegato titolo di “migliore università”, siano esse a livello mondiale o nazionale, si sprecano; la più importante di queste, nonché quella considerata più attendibile a livello globale, è l’Academic Ranking of World Universities (ARWU), pubblicato ogni anno ad agosto dall’università Jao Tong di Shanghai. Nell’ultima edizione, datata ormai agosto 2014, nessun ateneo italiano è riuscito a entrare nei primi 150 al mondo, segno evidente di un fisiologico ritardo e arretratezza del nostro sistema universitario rispetto alla media internazionale; ma ciò non significa certo che in Italia non esistano università importanti e prestigiose, specie se considerate in alcuni singoli indirizzi di laurea.

 

LE UNIVERSITA’ PIU’ PRESTIGIOSE D’ITALIA: QUALI SONO

Per prima cosa occorrerà stabilire cosa s’intende col generico termine di “prestigio”: esistono infatti speciali classifiche che valutano la qualità dell’offerta formativa secondo determinati parametri oggettivi, a prescindere dal prestigio più o meno riconosciuto. In questo ambito, a livello nazionale, la classifica più attendibile è quella stilata dal Sole 24 Ore, che pone quest’anno addirittura le Università di Verona e Trento al primo posto a pari merito. Ma è chiaro come questi due atenei, d’istituzione piuttosto recente, per quanto stiamo velocemente risalendo le varie classificazioni grazie alla qualità dei servizi offerti non possano al momento essere considerati come “prestigiosi”.

Tornando dunque all’ARWU di cui sopra, e scorrendo di parecchio la classifica, troviamo che l’università italiana considerata di maggior prestigio è l’Alma Mater Studiorum di Bologna, che coniuga una buona offerta formativa attuale (quarta anche nella classifica del Sole 24 Ore) a una tradizione senza pari in Italia come nel mondo intero: come si sa, è infatti l’istituzione universitaria di più antica fondazione nel mondo occidentale (la data di fondazione fissata è addirittura al 1088), ed è considerata in generale la prima università al mondo. Poco distanziata troviamo l’Università degli Studi di Milano, la cosiddetta Statale, un altro ateneo di enorme tradizione come l’Università di Padova, per poi trovare Pisa, l’Università La Sapienza di Roma e l’ateneo di Torino. Seppur classificate tutte tra il 151° e il 200° posto, queste sei fondazioni accademiche sono le sei più prestigiose d’Italia, come segnalato anche dall’ARWU stessa. Oltre il 200° posto troviamo invece il Politecnico di Milano e l’Università di Firenze, mentre superando anche la posizione numero 300 ecco spuntare la Normale di Pisa, la Bicocca di Milano, la Federico II di Napoli e Roma Tor Vergata. Tra il 400° e il 500° posto si attestano invece la Cattolica e gli atenei di Cagliari, Ferrara, Genova, Palermo, Parma, Pavia, Perugia e Trieste.

 

LEGGI ANCHE: Quanto costano le università americane

 

LE UNIVERSITA’ PIU’ PRESTIGIOSE D’ITALIA: SINGOLE FACOLTA’ VIRTUOSE

Queste insomma, secondo l’ARWU, gli atenei di maggior prestigio in Italia. Posizioni come detto non certo lusinghiere per il nostro sistema accademico, il quale però si rifà in parte se si va a guardare il prestigio e l’importanza riconosciuta alle singole facoltà nel proprio ambito specifico. Particolarmente virtuoso il settore scientifico, in particolare la Matematica, che vede gli atenei di Milano, Pisa e La Sapienza classificarsi nella top 100 mondiale (posizioni da 76 a 100, appunto); anche altri atenei, come il Politecnico e la Normale, entrano in classifica tra il 100° e il 150° posto. Ma la singola facoltà più prestigiosa al mondo secondo la prestigiosa graduatoria cinese la detiene ancora Bologna, che si piazza cinquantesima per quanto riguarda il corso di laurea in Fisica. Bologna che si piazza anche tra le prime 150 in Chimica, assieme a Firenze (menzione anche per Trieste, tra il 150° e il 200° posto mondiale in quest’ambito), mentre per quanto riguarda Economia la migliore in Italia si conferma la Bocconi, 101sima in classifica anche a livello globale.

Insomma, nei settori specifici, nonostante investimenti e possibilità nettamente inferiori rispetto a moltissime colleghe (in particolare alle università americane, non a caso numerosissime ai vertici di ogni classifica), l’Italia riesce ancora a dire la propria. Se dovete scegliere l’università dunque avete ora un altro buon indicatore: in fondo conterà pure qualcosa aver studiato, ad esempio, nell’Università più antica al mondo o nella più prestigiosa a livello nazionale per quanto riguarda un settore specifico.

Sostieni SOS studenti! Ci basta un Like!
Giacomo Sordo
Veronese, cestista, universitario in vista di una fioca luce in fondo al tunnel: meglio su un campo che in aula, il che è veramente tutto un dire.
Diventa anche tu un nostro collaboratore! Scrivi per noi!
Leggi altri articoli in Cinema & Serie TV Vita Universitaria