Esami universitari: 7 consigli per affrontare la sessione estiva
Condividi su

Esami universitari: 7 consigli per affrontare la sessione estiva

Sostieni SOS studenti! Ci basta un Like!

La sessione estiva sta per cominciare: state preparando gli esami dei primi appelli? Ecco alcuni utili consigli per superarli

Esami universitari: 7 consigli per affrontare la sessione estiva

Come superare gli esami universitari della sessione estiva? 

La bella stagione estiva è ormai alle porte, dopo una primavera interlocutoria (concedeteci l’eufemismo): per gli studenti di medie e superiori tutto ciò significa vacanze e ozio quasi totale, ma per gli studenti universitari i motivi di giubilo sono molto meno evidenti. La ragione è piuttosto semplice, e riguarda l’arrivo degli appelli d’esame della sessione estiva.
A meno che non siate studenti universitari modello che hanno già superato tutti gli appelli dell’anno accademico – da frequentanti e non – è molto probabile che parte dell’estate la passerete a sgobbare sui libri per portare a casa alcuni esami preziosi. E se siete tra quelli che amano procrastinare, allora è facile che abbiate accumulato anche alcuni esami della sessione invernale, peraltro anche piuttosto difficili.
Questa breve introduzione sugli appelli d’esame in arrivo vi ha già messo ansia? Non preoccupatevi! Ci pensiamo noi di SOS Studenti a darvi 7 consigli utili per affrontare la sessione estiva degli esami universitari.

È arrivato il momento di affrontare la sessione di settembre! Ecco qua cosa sapere:

Esami universitari: 7 consigli per affrontare la sessione estiva

Foto: Pixabay

Esami università: consigli per preparare la sessione estiva

Ecco quindi alcuni utili consigli per preparare i vostri esami della sessione estiva:

  • Calura: tra i maggiori problemi che si riscontrano nel periodo degli appelli estivi c’è di sicuro il caldo (a meno di sorprese climatiche). Non fatevi cogliere impreparati e per studiare in vista degli esami universitari scegliete luoghi freschi, magari all’aperto, bevete molta acqua e mangiate parecchia frutta, ma sopratutto preferite orari più umani come la mattina presto o le ore dopo il tramonto per evitare l’afa asfissiante.
  • Risultati: inutile girarci intorno, è molto probabile che non riuscirete a mantenere il programma di appelli d’esame che avete stabilito. Questo perché spesso gli studenti si pongono obbiettivi poco realistici come tre esami universitari ad appello, quando invece dovreste considerare quanto è grande la mole di studio e la difficoltà degli stessi. E se davvero vi avanzerà tempo e avete dei CFU da conseguire liberamente potrete aggiungere un corso universitario, perché no.
  • Materiale: la prima operazione da compiere per studiare in vista degli esami universitari della sessione estiva riguarda l’organizzazione di appunti, testi da studiare, libri da leggere, mappe concettuali materiali extra da visionare. Anche in base alla semplicità o complessità di questi elementi potrete stilare una tabella di marcia per l’imminente sessione estiva.
  • Ordine: probabilmente sarete impegnati su più fronti per quanto riguarda gli esami universitari, ma il nostro consiglio è quello di non mischiare corsi troppo differenti tra loro. Per questo motivo evitate di studiare più di 2-3 materie al giorno, perché all’esame potreste incappare in qualche distrazione o addirittura in errori mnemonici.
  • Coraggio: è quello che vi servirà per dare priorità agli esami universitari più difficili. Certo, preferireste buttarvi subito sulle materie più semplici, piacevoli e chiare, ma in questo modo vi farete lo sgambetto da soli. Tentando la sorte al primo appello della sessione estiva con gli esami più grandi e ardui, in caso di fallimento avrete altri tentativi e più tempo per rimediare. Inoltre quando le vostre energie saranno agli sgoccioli potrete tirare un sospiro di sollievo, avendo tenuto per ultimo gli esami dell’università che non richiederanno molti sforzi per studiare.
  • Pausa: come è ormai noto un po’ a tutti gli studenti, non è molto sano studiare per due ore di fila senza alcuna interruzione. 10 minuti dopo un’ora passata a preparare gli esami della sessione estiva sono il minimo indispensabile per permettere al cervello di elaborare quanto studiato e per poter passare a nuove informazioni.
  • Distrazioni: ci saranno di sicuro tantissime fonti di distrazione, come è naturale durante l’estate in cui più o meno tutti sono in vacanza o comunque più liberi del solito. Qualcuno vi chiederà di andare in spiaggia, altri in piscina, altri ancora vi trascineranno in gite fuori porta durante il weekend…. voi accettate almeno una di queste proposte, ogni tanto, perché vi servirà per ricaricare le pile, ma non perdete d’occhio il vostro obiettivo ovvero superare gli esami universitari della sessione estiva.

Foto Copertina: Pixabay

Sostieni SOS studenti! Ci basta un Like!
Alessio Cappuccio
Cosa faccio nella vita? In pratica scrivo e ogni tanto faccio video e fotografie. Appassionatissimo di cinema, ritorno a scrivere di scuola e università dopo aver sperato di aver detto addio per semp...
Diventa anche tu un nostro collaboratore! Scrivi per noi!
Leggi altri articoli in Cinema & Serie TV Vita Universitaria