Dare 7 esami in una sessione? Ecco il segreto di uno studente
Condividi su

Dare 7 esami in una sessione? Ecco il segreto di uno studente

Sostieni SOS studenti! Ci basta un Like!

Quando hai troppi esami da dare e nessuna soluzione in mente... ecco alcuni segreti da tenere in considerazione per passarli tutti e salutare l'università!

esami in una sessione

1. Staccate telefoni, pc, tablet ecc…

Il lavoro da fare è molto e dobbiamo riuscire a ridurre al minimo le distrazioni. Quindi, a meno che non sia davvero necessario, io direi di ridurre l’utilizzo che se ne fa di dispositivi elettronici. Anzi, se possibile mettete in modalità aereo il tutto e spegnete il pc. Non voglio essere drastico, voglio soltanto che riusciate nell’intento. Non dovrete avere distrazioni di alcun tipo, ogni tipo di oggetto sulla scrivania che possa distrarvi rallenterà il vostro lavoro. Quindi, se proprio non potete mettere il cellulare in modalità aereo poiché vostra madre è apprensiva fate in modo da togliere internet. Così potrete ricevere chiamate ma non ricevere messaggini Whatsapp, Messenger, Twitter ecc… Sarete al 90% isolati dal mondo.

 

2. Dividete i vari appunti, testi, libri e riassunti…

Proprio così, la cosa migliore è cercare di fare ordine. Il traguardo di riuscire a dare un’ottima sessione d’esame vi sembrerà più vicino con una buona organizzazione mentale e materiale. Immaginiamo di dare 7 esami: ESAME 1, ESAME 2, ESAME 3 …. ESAME 7. Ora, sulla nostra scrivania noi dobbiamo organizzare questi esami in maniera maniacale. Impiliamo quindi i vari esami. Chiaro, qualora non aveste una scrivania tanto spaziosa fatelo a terra o ovunque abbiate spazio.

 

3. Iniziate a studiare con gli evidenziatori e cercate di riassumere il meno possibile

Lo so, può sembrare strana come cosa ma purtroppo il tempo è tutto e se volete dare un’ottima sessione d’esame è opportuno iniziare a rinunciare ad alcune “comodità” come i riassunti. Cercate di utilizzare gli evidenziatori in vari colori e di associare i colori all’importanza delle informazioni. Vedrete che, dopo qualche settimana acquisirete molta dimestichezza con questo metodo e ripetere direttamente dal libro. Se volete appuntare qualcosa, liberi di farlo. Ma fatelo direttamente sul libro e cercate di staccarvi da esso il meno possibile.

 

4. Schemi, schemi, schemi.

Qualora siate degli inguaribili “scrittori” convertite i vostri riassunti in schemi. Andando avanti vedrete che ne farete sempre meno.

 

5. Cercate di dividere bene il tempo tra una materia e l’altra

Non fossilizzatevi su una sola materia. Sembra ben scontata come cosa, visto che dovete dare un’ottima sessione d’esame. Quindi cercate di dividervi e calcolare bene le ore e le giornate, come fosse un vero e proprio lavoro. E in realtà lo è! E non sarete pagati, un po’ come un vero lavoro. Scherzi a parte, è davvero importante riuscire a raggiungere gli obiettivi di studio prefissati. Quindi, non pensate minimamente, a meno che non abbiate un reale problema, di saltare le pagine di studio giornaliere.

 

6. Su internet è possibile trovare moltissimi riassunti di testi utilizzati per i vostri esami

Quindi cercate anche appunti e riassunti che vi possano snellire il lavoro. Magari potrete risparmiare anche qualche soldino sui testi.

 

7. Questi sono piccoli consigli, se applicati bene sono sicuro riescano a dare i loro risultati

Quindi non vi resta che provare e cercare a dare un’ottima sessione d’esame. Se non riuscirete a darne 7 sono sicuro che riuscirete a darne qualcosa come 5 o 6. Inoltre dipende anche dalle difficoltà dell’esame. Ci sono esami che richiedono uno studio come fossero dieci esami ed altri che richiedono davvero un minimo sforzo. Una volta trovato il giusto metodo riuscirete sicuramente a conquistare qualche soddisfazione in più

 

Ringraziamo Docsity per averci dato questi preziosi trucchetti e consigli per organizzarsi e superare al meglio gli esami. Per raccogliere tutti i segreti di uno studio efficace hanno creato per voi questo ebook sul metodo di studio definitivo che potete scaricare gratuitamente!

Sostieni SOS studenti! Ci basta un Like!
Leggi altri articoli in News Università