!-- Google Tag Manager (noscript) -->

La creatività è contagiosa. Trasmettila. Albert Einstein

Come prepararsi all’esame IELTS
Condividi su
Sostieni SOS studenti! Ci basta un Like!

Prepararsi per gli esami IELTS non è difficile: serve solamente forza di volontà e voglia di apprendimento. Ecco alcuni consigli su come superare l'esame IELTS

esame ielts

COME SUPERARE L’ESAME IELTS: COMPOSIZIONE DEL TEST

L’IELTS (International English Language Testing System) è un test internazionale d’inglese che permette, se ottenuto un determinato punteggio fissato dall’istituto, di frequentare l’università in un paese anglofono. Esistono due varianti, l’Academic, adatto a chi ha intenzione di studiare all’estero, e il General Training, più semplice e non direttamente finalizzato all’accesso all’università. Il test consiste in 4 prove, ossia Listening, Reading, Writing, Speaking strutturate in questa maniera:

Listening, dalla durata di 40 minuti. 30 ne vengono lasciati per ascoltare una volta sola la registrazione, consistente in dialoghi, i restanti 10 per correggere e trascrivere le risposte relative ai dettagli delle conversazioni.

Reading, dalla durata di 1 ora. Al candidato viene chiesto di leggere vari testi sugli argomenti più diversi e rispondere alle domande e completare degli schemi o dei riassunti con le parole del testo.

Writing, anch’esso dalla durata di 1 ora. In questa prova si scriveranno 2 testi, nel primo è richiesto di spiegare uno schema, il secondo invece è un vero e proprio testo argomentativo che prevede la trattazione di una particolare problematica.

-Speaking, dalla durata di circa 15 minuti. Nell’ultima fase del test l’esaminatore farà domande riguardo la propria quotidianità e i proprio gusti, infine chiederà di argomentare su concetti anche astratti che facilmente mandano in crisi, tipo “Talk me about patience”, “How web changed your life?”

 

La performance del candidato è classificata da 1 a 9, e la media dei 4 voti delle diverse prove rappresenta il punteggio finale dell’esame. Solitamente, un punteggio 4 è il minimo ai fini dell’immigrazione, dal 6 al 7,5 per l’iscrizione ad un’università e per l’iscrizione ad un master universitario.

 

LEGGI ANCHEVacanza studio: le mete migliori per studiare inglese

 

COME SUPERARE L’ESAME IELTS: COME PREPARARSI

Per tutto il mese precedente all’esame si consiglia di prepararsi profondamente. Non sono previsti ‘sconti’ dagli esaminatori in sede di scrutinio. Cercate di dare tutto voi stessi, il punteggio sarà determinante per il vostro futuro. Come prepararvi? Un paio di trucchetti ci sarebbero.

 

1. Ascoltare quotidianamente musica leggera inglese.

Quella americana per vizietti di pronuncia o per l’ampio uso dello slang andrebbe evitata. Artisti e gruppi come i Beatles.

 

2. Seguire un corso d’inglese.

Anche se a pagamento o meno, è assolutamente necessario iscriversi ad un corso di lingua per poter prendere confidenza con la parte speaking e writing. Se possibile, scegliete un corso finalizzato proprio al superamento della IELTS.

 

3. Fate qualche simulazione d’esame.

Preparatevi preventivamente su temi d’esame precedenti. Vi aiuteranno a capire la struttura degli esercizi ed evitare errori banali. E’ importante! Per vedere alcune tracce d’esame potete tranquillamente consultare la sezione messa a disposizione dal sito ufficiale dello IELTS. Per effettuare invece qualche simulazione è possibile farlo grazie all’aiuto di CanadaVisa.

 

4. Guardare almeno un paio di film inglesi a settimana.

La scelta dei sottotitoli è libera, se si vuole allenare l’orecchio alla pronuncia conviene disattivarli, se si vuole porre più attenzione alla comprensione dei dialoghi meglio attivarli. Consiglio i nuovi 007 o anche quelli vecchi con Sean Connery,

 

5. Leggere ogni giorno.

Meglio di mattina quando si è più freschi e lucidi, un articolo del Times, del Guardian o del Daily Telegraph. Li si trova in alcune edicole, o molto più facilmente sui rispettivi siti online.

 

6. Pensare in inglese.

Ci sarà almeno un momento nella giornata in cui si ricapitola il da farsi, in cui si fa il punto della situazione?! Alcuni lo fanno di mattina altri di sera. Il consiglio tuttavia è quello di farlo in inglese, anche in maniera elementare, strutturare frasi o periodi nella propria mente è di grande aiuto ed evita (se si è allenati) di far passare quei 5 secondi tra l’elaborazione della frase in inglese nella propria testa e l’enunciazione della stessa.

 

7. Tenere un diario.

Scrivere a fine giornata il resoconto di ciò che è capitato e i propositi per la giornata successiva. E’ sufficiente una pagina come quelle di un diario, non bisogna sforzarsi troppo non è un tema, è più una confessione intima. Inoltre dev’essere naturale e tornerà molto utile nella prova di writing ovviamente ma anche in quella di speaking.

 

8. Du gust is megl che uan.

Riservato per chi abita a Milano. In questo periodo l’EXPO attira vagonate di turisti e quale miglior buona occasione per fare un po’ di conversation? Il consiglio è quello di uscire con qualche amico nel dopocena, andare nelle zone a maggior presenza turistica e, magari dopo qualche sbagliato, fare quattro chiacchere con i nostri ospiti, fortunatamente sempre ben disposti ad instaurare amicizie italiche. Chi non abita a Milano può sfruttare quei fantastici siti di scambio linguistico come Conversation Exchange, Palabea, Italki o Shared Talk che permettono di farsi degli amici parlanti una qualsivoglia lingua straniera per poi fare conversazione tramite videochiamata.

Sostieni SOS studenti! Ci basta un Like!
Potrebbe interessarti anche
Anna Leggeri
Classe 1994, gemelli, bresciana di nascita ma ormai cremonese. Convinta studentessa universitaria di lettere moderne, amo scrivere e non stare mai ferma. Fashion and Australia addicted,adoro il gia...
Diventa anche tu un nostro collaboratore! Scrivi per noi!
Leggi altri articoli in Buzz Vita Universitaria