Un po o un pò: come si scrive?
Condividi su
Sostieni SOS studenti! Ci basta un Like!

Un po', un po o un pò? E’ uno degli errori più comuni tra gli studenti: come si scrive correttamente? Ecco la soluzione al quesito.

un po o un pò

UN PO O UN Pò: ERRORE COMUNE

La grammatica italiana, è risaputo, è tra le più difficili al mondo e sono molte le forme dubbie o comunque non semplici da ricordare al termine degli studi scolastici di base. Uno degli errori più comuni è la corretta forma del troncamento della parola “poco”, forma lessicale peraltro molto utilizzata e corrente; insomma, un po, un pò o un po’?

PO O Pò: LA FORMA CORRETTA

Il modo grammaticalmente corretto per scrivere questo termine è quella con l’apostrofo: un po’, insomma. Questo perché, essendo questa forma come accennato il troncamento di un’altra parola (“poco”), l’apostrofo sta ad indicare la caduta della sillaba finale. Per questo motivo ogni altra forma di scrittura non è grammaticalmente accettabile: è dunque da considerarsi un vero e proprio errore utilizzare la forma con l’accento (un pò) e quella priva di segni grafici (un po). Queste due forme lessicali non esistono in alcun modo nel corretto italiano, che contempla solamente la versione apostrofata; l’unica eccezione sarà dunque quella di denominazione del noto fiume italiano (nonché più lungo del Belpaese): il Po appunto, che andrà scritto senza apostrofo né accento ma con la lettera iniziale maiuscola, ad indicare il nome proprio.

Sostieni SOS studenti! Ci basta un Like!
Giacomo Sordo
Veronese, cestista, universitario in vista di una fioca luce in fondo al tunnel: meglio su un campo che in aula, il che è veramente tutto un dire.
Diventa anche tu un nostro collaboratore! Scrivi per noi!
Leggi altri articoli in Buzz Vita Universitaria