A parte o apparte: come si scrive?
Condividi su
Sostieni SOS studenti! Ci basta un Like!

Si scrive a parte o apparte? L'errore più comune di giovani inesperti che si lasciano trarre in inganno!

a parte o apparte

Come si scrive?

Spesso, forse troppo spesso, la nostra lingua, l’italiano, può trarci in inganno. Come? Tramite parole di uso comune che pronunciamo e sentiamo pronunciare di continuo, ma che quando arriva il momento di scriverle possono diventare molto ostili. Infatti non è raro che la lingua parlata possa storpiare le parole scritte, o far sorgere dubbi in merito alla corretta scrittura di qualche modo di dire molto diffuso, ad esempio, voi sapete scrivere correttamente ‘qualcun altro’? Con apostrofo o senza? Come fare in questi casi? Spesso chiedere all’internet è la scelta migliore, facile e veloce per fugare qualsiasi dubbio.

Qualche esempio? A parte o apparte? Come si scrive? Scopriamolo insieme.

A parte o apparte?

A parte o apparte? La velocità con la quale si pronuncia può trarre in inganno, perché l’ortografia corretta è la prima: a parte.

Se anche questa volta stavi cadendo nell’errore di scegliere la parola sbagliata hai fatto giusto in tempo per fermarti. È corretto scrivere a parte, in quanto locuzione formata da una preposizione semplice, più la parola di definizione.

A parte o apparte? Le locuzioni

A parte che, a parte il fatto, a parte tutto: sono locuzioni che si utilizzano nel linguaggio comune e in diversi ambiti e contesti sociali, a tal punto da meritarsi una eccezione su alcuni dei principali vocabolari aggiornati al 2015, il raddoppiamento fonosintattico di “apparte” rimane relegato alla lingua parlata.

Un errore che quasi passa inosservato e accettato, utilizzato da scrittori e giornalisti che spesso non badano alla fretta, ma noi di SOS Studenti rabbrividiamo al solo pensiero di vedere “a parte” scritto diversamente. E probabilmente anche i vostri professori universitari!

Leggi anche:

Sostieni SOS studenti! Ci basta un Like!
Saverio Covello
Da grande volevo fare lo scrittore, poi sono finito per curare l'immagine e la comunicazione per aziende che mi definivano brand designer. Oggi scrivo qualche parola sul web e posso finalmente definir...
Diventa anche tu un nostro collaboratore! Scrivi per noi!
Leggi altri articoli in Master Università