!--[if lt IE 8]>

Stai usando un browser obsoleto. Aggiorna il tuo browser oppure attiva Google Chrome Frame per migliorare la tua esperienza.

Come risparmiare sulle bollette se sei uno studente fuori sede: 7 consigli da provare
Condividi su

Come risparmiare sulle bollette se sei uno studente fuori sede: 7 consigli da provare

Sostieni SOS studenti! Ci basta un Like!

Siete studenti universitari fuorisede alla prese con bollette salate? Se pensate che risparmiare sia un'impresa difficile seguite i nostri consigli e il portafogli vi ringrazierà.

Vita da universitario fuori sede: si può risparmiare sulle bollette?

Pensavate che andare a vivere da soli sarebbe stato facile, vero? Sognavate la vita universitaria dove nessuno vi dice cosa fare  e quando mangiare, come e dove dormire, quanti strati di lana indossare se fa troppo freddo e perché non è una scelta saggia rinunciare alla maglia della salute anche d’estate. Per un lunghissimo momento vi è sembrato di avercela fatta, di essere liberi da ogni costrizione imposta dai genitori e invece… ecco che a riportarvi alla dura realtà ci pensano non solo gli esami, ma anche le bollette.
Puntuali come un orologio svizzero, le bollette di luce e gas impongono a ogni studente fuori sede la necessità di fare i conti (letteralmente!) con aspetti della vita quotidiana che fino a poco tempo prima erano appannaggio di mamma e papà.
Se pensate che per il vostro portafogli si prospettino tempi duri e che dovrete quindi rinunciare ad uscire con gli amici, non preoccupatevi, ci siamo qui noi a darvi i giusti consigli per risparmiare sulle bollette di gas e luce senza dover rinunciare a una pinta con gli amici.

Consigli di vita per studenti fuori sede: ecco come risparmiare

La vita di uno studente universitario fuori sede è piena di esperienze uniche e irripetibili ma di sicuro tra queste il primo posto non lo occupano gli aspetti legati all’economica della vita quotidiana come le bollette di luce, gas e telefono.
Gestire le spese non è facile è la vita universitaria può rivelarsi una vera e propria giungla soprattutto per chi ha scelto di proseguire gli studi lontano da casa ma quando si parla di bollette risparmiare non è impossibile.
Serve attenzione, un po’ di buona volontà e i nostri sette consigli salva finanze.

1- Il confronto delle offerte: chiamate a raccolta i vostri coinquilini per una riunione straordinaria. Obiettivo: passare al setaccio le offerte disponibili sul web per luce, gas e internet e trovare quelle più adatte alle vostre esigenze mettendo a confronto le diverse proposte delle aziende che operano sul mercato.

2- Lunga vita alle biblioteche: Che sia quella universitaria o quella comunale più vicina alla vostra abitazione, una buona idea per risparmiare sulle bollette è studiare in biblioteca fino all’ora di chiusura. In questo modo il vostro portafogli ringrazia e le spese legate alla gestione della casa saranno sicuramente più basse. Temete di spendere ciò che risparmiate in bollette regalando i vostri soldi alle macchinette di snack e caffè? Munitevi di un termos e acquistate spuntini dolci e salti al supermercato per riempire il vostro zaino e non cadere in tentazioni che si rivelerebbero costose alla fine del mese.

3- Controllare i contatori: ogni tanto controllate i contatori per assicurarvi che i vostri consumi corrispondano agli importi che vi vengono addebitati sulle bollette. Non siate pigri e non cadete nella trappola del “lo farò domani”. Un euro risparmiato oggi si traduce in una birra da bere in compagnia degli amici domani ed è decisamente meglio non pensate?

4- Acquisti saggi: è vero, hanno un costo più alto di quelle classiche ma acquistare lampadine a basso consumo è una mossa intelligente per ammortizzare i costi della bolletta e risparmiare. Provare per credere!

5- Il mondo visto attraverso l’oblò: tanti coinquilini vuol dire tante lavatrici e quindi bollette salate? Non è detto, il problema si può risolvere con qualche piccolo ma prezioso accorgimento. Ad esempio optate per lavatrici a pieno carico e utilizzate gli acchiappa-colore per mischiare i capi senza rischiare di rovinare il bucato. Scegliete un lavaggio che non superi i 30 gradi, sostituite lo stendino all’asciugatrice e preferite gli orari serali per ottimizzare i consumi.

6- Lo spreco invisibile: avete presente la lucina rossa che resta accesa anche dopo aver spento la televisione? Quel piccolo led consuma e non poco se sommate le ore di cui è composto un giorno e le moltiplicate per i 7 giorni che formano una settimana. Può sembrarvi eccessivo ma a lungo andare ogni  elettrodomestico incide sul costo delle bollette e basta davvero poco per limitare i consumi. Spegnere gli elettrodomestici quando non sono in uso o la luce quando si cambia stanza, non eccedere nell’uso dell’acqua quando si fa la doccia o ci si dedica alle pulizie di casa, vi garantirà qualche euro in più nel portafogli e bollette meno salate.

7- Il rispetto alla base del risparmio: questo è forse il consiglio più difficile da mettere in atto ma è necessario per evitare incomprensioni tra coinquilini. Se uno di voi inizia a invitare spesso e volentieri una persona che si ferma a lungo in casa e utilizza gas, acqua, luce e internet non siate timidi e… parlate chiaro chiedendo un piccolo contributo! Spiegate, con educazione e calma, che ospitare famigliari, amici, fidanzati/e, una volta ogni tanto è ovvio ma se l’eccezione si trasforma in regola allora è bene ricordare quello che spesso e volentieri abbiamo sentito ripetere, tutti, dalle nostre mamme: questa casa non è un albergo!

(Foto Cover – Friends, Warner Bros. Television / Interno – New Girl, 20th Century Fox Television

Sostieni SOS studenti! Ci basta un Like!
Raffaella Berardi
Quando pensi di aver chiuso con tutto quello che gravita intorno al mondo scolastico ti ritrovi a scriverne. Aveva ragione mia nonna quando mi ripeteva sempre: "la vecchia a 100 anni ancora doveva imp...
Diventa anche tu un nostro collaboratore! Scrivi per noi!
Leggi altri articoli in Cinema & Serie TV Vita Universitaria