La creatività è contagiosa. Trasmettila. Albert Einstein

Come risparmiare sulla lavatrice: quanto costa e le fasce orarie
Condividi su

Come risparmiare sulla lavatrice: quanto costa e le fasce orarie

Sostieni SOS studenti! Ci basta un Like!

Fare la lavatrice risparmiando sulla bolletta? Coi nostri consigli puoi! Gli orari migliori per il bucato, quale classe energetica scegliere e i detersivi migliori.

risparmiare sulla lavatrice

Quanto consuma una lavatrice in euro? Consigli per risparmiare

La lavatrice è uno degli elettrodomestici più utilizzati, ormai diventato indispensabile per chiunque non voglia impiegare ore a lavare a mano i vestiti uno a uno. Che tu sia uno studente fuori sede o in sede, risparmiare qualche euro a bolletta conviene sempre, no? Risparmiare sulla lavatrice si può, ma bisogna seguire una serie di trucchetti in grado di poter pagare almeno 3 euro in meno a bolletta! Ecco quindi i consigli di SOS Studenti per diminuire i costi della lavatrice  (da far leggere assolutamente anche a mamma e a nonna).

Non sai ancora come si fa una lavatrice o come dividere i capi? Leggi le nostre guide

Orari della lavatrice per risparmiare: le fasce orarie per fare la lavatrice

Il consumo energetico può essere ridotto innanzitutto scegliendo gli orari per accendere la lavatrice. Ma quali sono le fasce orarie migliori e meno costose? Il nostro consiglio è fare la lavatrice la sera o nelle ore notturne, questo perché esiste una tariffa energetica agevolata per coloro che utilizzano l’apparecchio nella notte e, in generale, la richiesta energetica totale diminuisce e quindi anche il costo. Un altro momento in cui vi conviene caricare la lavatrice per risparmiare è il week-end sempre.

Risparmiare sulla lavatrice: evitare le temperature alte

Il primo punto da tenere in considerazione è presto detto: dovete sapere che la lavatrice impiega pochissimo tempo e richiede poca energia per azionare il motore, il problema è che ne richiede molta di più per poter scaldare l’acqua. Mai selezionare(se non in casi estremi) un lavaggio da 90°! Scoprite dall’etichetta cosa lavare a 60°, cosa lavare a 40° e quali capi sono adatti al lavaggio a freddo per risparmiare.
In più tenete sempre a mente questa piccola ulteriore dritta:

Cos’è il prelavaggio e perché non utilizzarlo

Il prelavaggio è un breve lavaggio in cui i capi vengono ”sciacquati con acqua e detersivo prima di iniziare il lavaggio vero e proprio. Comporta uno spreco energetico e d’acqua non indifferente. Se evitato potresti arrivare a risparmiare un terzo del consumo d’energia.

Come risparmiare sulla lavatrice: occhio alla classe energetica!i

La classe di consumo energetico altro non è che l’indicatore dell’efficienza energetica dell’ elettrodomestico, nel nostro caso la lavatrice. Più la classe è alta maggiore è il risparmio, quindi i consigliamo di scegliere un apparecchio con un modello di classe A o superiore (A+, A++, A+++).  In termini di prestazioni sarà molto conveniente: ad esempio per un lavaggio da 5 kg di biancheria in cotone a 60 gradi, una lavatrice di classe C consuma il 35% di energia, il 47% di detersivo e il 50% di acqua in più rispetto a una classe A, una maggiorazione che si traduce in una bolletta più costosa.

Quanto costa fare la lavatrice? Molto di più se sprechi il detersivo!

Non serve riempire fino all’orlo la vaschetta del detersivo/ ammorbidente. Solitamente per ogni kg di biancheria bastano 25 ml di detersivo liquido. Chiaro che per un lavaggio migliore bisogna consultare etichette ed istruzioni di ogni indumento inserito in lavatrice così come il quantitativo di detersivo da utilizzare. Se proprio non riuscite ad essere parsimoniosi nell’utilizzo del detersivo, provate a servirvi delle ecodosi o di pastiglie già dosate e pronte per l’uso. Vi consigliamo inoltre di optare per detersivi naturali e detergenti ecologici oppure di usare del detersivo liquido fatto in casa: come sempre ogni scelta può fare la differenza.

Sostieni SOS studenti! Ci basta un Like!
Potrebbe interessarti anche
Leggi altri articoli in News Università