Lavorare in Banca Intesa: offerta per neolaureati in Fisica, Ingegneria e Matematica
Condividi su

Lavorare in Banca Intesa: offerta per neolaureati in Fisica, Ingegneria e Matematica

Sostieni SOS studenti! Ci basta un Like!

Offerta interessante destinata a neolaureati per lavorare in Banca Intesa. Il gruppo bancario offre un contratto a tempo indeterminato.

lavorare in banca intesa

LAVORARE IN BANCA INTESA: DESCRIZIONE OFFERTA

Il gruppo bancario Intesa Sanpaolo sta cercrando nuove figure lavorative da inserire nel proprio organico. L’offerta che vi riportiamo oggi riguarda la ricerac di uno Junior IT Specialist. Intesa Sanpaolo Group Services, per la Direzione Sistemi Informativi, ricerca neolaureati interessati ad intraprendere una sfidante carriera in ambito Information Technology. La sede di lavoro potrà essere tra Torino (sede legale della società) e Milano (sede secondaria).

 

LEGGI ANCHE: Come diventare operatore di sportello e lavorare in banca

 

LAVORARE IN BANCA INTESA: REQUISITI

Per quanto riguarda i requisiti è necessario possedere una conoscenza discreta dei processi legati al tema IT quali gestione Database con competenze sistemistiche. L’attività prevede supporto e l’ottimizzazione dei processi aziendali e supporto sistemistico agli utenti nelle varie funzioni aziendali e in produzione. Possono candidarsi coloro che hanno una Laurea Magistrale in:

– Informatica

– Ingegneria Informatica / Matematica / Gestionale

– Fisica

– Matematica

– Statistica

– Design Industriale

 

LEGGI ANCHE: I 10 lavori più richiesti e pagati del futuro

 

LAVORARE IN BANCA INTESA: COME CANDIDARSI

Banca Intesa Sanpaolo offre un contratto a tempo indeterminato. Occasione da cogliere al volo visti i tempi. L’offerta lavorativa è attiva dal 3 Agosto. Non è stata indicata una scadenza. Il consiglio è quello di inviare la propria candidatura il più presto possibile. Per inoltrare il proprio cv è necessario consultare la pagina ufficiale aziendale, registrarsi al sito e seguire le indicazioni presenti.

Sostieni SOS studenti! Ci basta un Like!
Leggi altri articoli in News Università