Stage retribuito all’estero, come trovarlo
Condividi su

Stage retribuito all’estero, come trovarlo

Sostieni SOS studenti! Ci basta un Like!

Pochi utili consigli (più di buon senso che altro) per cercare una possibilità lavorativa all'estero.

stage retribuito

Sognare una vita, un lavoro o semplicemente una possibilità oltralpe è idea ricorrente nelle testa di molti studenti. Metterla in pratica molto spesso però, è complesso. Sperare di ritagliarsi una opportunità lavorativa all’estero sembra un miraggio difficile da afferrare. La soluzione universale a questo dilemma non esiste, certo, ma alcuni utili consigli possiamo darli.

 

1. Avere le idee chiare

Molto spesso si pensa che il mantenersi sul generico lasci più porte aperte, ci dia più chances. Sbagliato, profondamente sbagliato. Andare subito decisi e convinti su ciò che si ha studiato, questo è il must. Così come bisogna essere sicuri della destinazione su cui focalizzare l’attenzione. Giornalista in Gran Bretagna, stop. Senza fronzoli. Anche se ambizioso.

 

2. Parlare con professori o altre persone legate all’università

Nonostante il mondo accademico appaia ai nostri occhi come qualcosa di lontano dal pianeta lavoro (ancor di più se si parla di estero), i consigli, le dritte e i contatti dei docenti possono risultare decisivi. Non diffidate, anzi.

 

3. Mettevi in contatto con gli “uffici di collocamento” esteri

In molte nazioni (a differenza della nostra) il sistema di gestione e assegnazione di lavoro e stage è molto più efficiente di quello italiano, ancor di più se si é ben referenziati o si presenta un CV da laureati. Tutti hanno piattaforme online, sono rapidi e chiari nelle risposte. Approfittatene.

 

LEGGI ANCHE: Curriculum in inglese: 8 passi per una giusta stesura

 

4. Confrontatevi con altri studenti che hanno già fatto uno stage all’estero

Internet ormai mette a disposizione davvero di tutto. Anche la possibilità di entrare in contatto con ragazzi che hanno realizzato quello che per voi è ancora soltanto un sogno. Sapranno più di chiunque altro indirizzarvi e darvi il consiglio giusto.

 

5. Cercate di trovare una collaborazione con una “grande” compagnia

Prendere accordi con una piccola azienda di una piccola cittadina di un Paese straniero diventa davvero intricato. Riuscire a contattare aziende di una certa rilevanza facilita notevolmente il compito da svolgere. Esse difatti sono solitamente molto organizzate e “pensano a tutto loro”. Una bella comodità quando si è lontani da casa.

 

6. Darsi delle scadenze

L’esperienza da stagista può accrescere le proprie capacità, soprattutto se svolta all’estero. Ma nella maggior parte dei casi è restribuita poco e male. Per quello è importante fissare un limite temporale. 6 mesi, al massimo un anno. Poi tocca cercare un lavoro “serio”, non ci sono santi.

 

SCOPRI INOLTRE: Come scrivere un’ottima Cover Letter

 

I consigli a portata di mano adesso li avete. Tocca solo mettersi all’opera e andare a prendere ciò che sognate.

Sostieni SOS studenti! Ci basta un Like!
Leggi altri articoli in News Università