La creatività è contagiosa. Trasmettila. Albert Einstein

Perché fare il Servizio Civile se non trovi lavoro
Condividi su

Perché fare il Servizio Civile se non trovi lavoro

Sostieni SOS studenti! Ci basta un Like!

Avete finito l'università ma non riuscite a trovare lavoro? Ecco tutti i motivi per cui dovreste provare a fare il Servizio Civile!

Capita a tutti: freschi freschi di laurea si cerca disperatamente qualcosa. Una posizione, un contratto, un’opportunità, dei buoni pasto. Non è poi così inusuale, tuttavia, non riuscire a trovare un’occupazione: richiedono troppe competenze, sono stage senza alcun tipo di formazione, le condizioni lavorative sono insostenibili e, come se tutto questo non fosse già abbastanza svilente, non riuscite nemmeno ad essere scelti.
Non abbattetevi!
I periodi morti colpiscono indistintamente, 110 e lode compresi, ma non allarmatevi, è tutto normale. I casi della vita sono molteplici, arriverete dove sarà giusto arrivare.

Cosa fare in questi periodi di magra lavorativa? C’è chi si cerca un lavoretto, che spesso però si trasforma in un lavoro a tempo pieno, succhiando via le energie e il tempo per cercare altro. Dopo un turno di otto ore come cameriere in un ristorante, siete sicuri di avere la voglia di mandare 200 curriculum su LinkedIn? Io non lo farei mai.

Oltre ai lavoretti che comunque, diciamocelo, non fanno mai male perché ci danno un assaggio del non sempre simpatico mondo professionale, c’è anche un’altra possibilità: il volontariato. Anzi, chiamiamolo con il suo nome, il Servizio Civile.
Di cosa si tratta?
Introdotto nell’ordinamento italiano con la legge n. 772 del 12 dicembre 1972 come alternativa al Servizio Militare, il Servizio Civile impegna ogni anno giovani di tutta Italia in attività utili per il sociale, dal volontariato per i meno fortunati, all’aiuto in biblioteche, enti e uffici culturali.

servizio civile

Perché prenderlo in considerazione se non trovate lavoro?

Prima di tutto, si entra in contatto con un mondo particolare, quello che cerca di rendere le cose migliori. Certo, preparatevi a vederne di belle, ad avere pochi mezzi, forse anche a rimanere delusi dall’umanità con cui entrerete in contatto. Ma non si tratta di un lavoro qualsiasi, si tratta di un lavoro socialmente utile, un lavoro fatto apposta per far star bene altre persone, per informarle, per diffondere (e difendere) la cultura.

Potrete occuparvi di una causa che v’interessa. I bandi del Servizio Civile sono molti e diversi fra loro, troverete sicuramente l’area che vi ha sempre interessato e in cui vorreste cimentarvi.

Verrete formati. Il Servizio Civile prevede diversi corsi di formazione per l’inserimento nel mondo lavorativo. Ad esempio il corso sulla sicurezza, quello di inglese, o semplicemente degli approfondimenti storici e informatici. Sarà la Regione a fornire corsi, online e non, per la vostra preparazione. Così al prossimo colloquio, oltre a dire che siete dei grandi problem solver dall’organizzazione innata, potrete elencare le competenze acquisite.

Rimborso. Prevede un rimborso spese di 433 euro, equivalente alla paga di un qualsiasi stage formativo. Le ore, tuttavia, saranno meno e più flessibili.

In ultimo, il volontariato vi darà l’opportunità di crescere, sia umanamente che lavorativamente.

E allora, se siete ancora indecisi su cosa fare e siete stanchi di aspettare… Perché non farci un pensierino?

Sostieni SOS studenti! Ci basta un Like!
Potrebbe interessarti anche
Francesca Pavan
Laureata in Scienze delle Merendine, afflitta da una grave disfunzione comunicativa e diversamente attrice, la leggenda narra che possa sostenere tre discorsi e cinque litigi contemporaneamente.
Diventa anche tu un nostro collaboratore! Scrivi per noi!
Leggi altri articoli in Imparare le lingue straniere Viaggiare