5 metodi di guadagno per lo studente fuori sede e non
Condividi su

5 metodi di guadagno per lo studente fuori sede e non

Sostieni SOS studenti! Ci basta un Like!

Che siate studenti fuori sede o abitiate con i vostri genitori potreste aver necessità di qualche entrata extra o semplicemente la voglia di gestire autonomamente le vostre risorse. Tutto sta nel decidere quale tipo di impiego fa per voi!

1 di 6

Il lavoretto in proprio

Non si tratta solo di scrivere “lavoro presso: me stesso” tra le informazioni di Facebook, né di aprire un’attività in proprio (sarebbe anche bello, ma con lo studio e i tempi che corrono!). Parliamo di tutti quei “lavoretti” che gli studenti si ingegnano a trovare e a svolgere in completa autonomia e che, per forza di cose, sono soggetti alla disponibilità del mercato. Quindi giù di annunci da spargere per la città offrendo la propria persona in qualità di babysitter, dogsitter, per dare ripetizioni o aiutare nello svolgimento dei compiti a casa giovanissimi studenti. Non è il lavoro della vita, ma per arrotondare va più che bene!

 

PRO: sono lavori che si possono svolgere dedicandogli poco tempo a settimana.

CONTRO: non avendo un contratto ed essendo “in proprio” non ci sono garanzie.

N.B. Attenzione a dare il giusto valore al proprio lavoro e a chiedere un’adeguata remunerazione, mettendo sempre in chiaro anticipatamente le proprie condizioni.

Sostieni SOS studenti! Ci basta un Like!
Azzurra Del Gaone
Formazione scientifica per caso, studentessa di Lettere per scelta: mi manca la scienza ma mi tengo aggiornata, godendomi la bellezza delle arti. "Forte e gentile" come l'Abruzzo che mi dà i natali...
Diventa anche tu un nostro collaboratore! Scrivi per noi!
Leggi altri articoli in News Vita Universitaria