Sedi universitarie: città di Bologna
Condividi su
Sostieni SOS studenti! Ci basta un Like!

Il capoluogo Emiliano è considerato una delle città migliori in assoluto per gli universitari

1 di 5

I Monumenti

Tra le tante meraviglie architettoniche, le torri medievali sono uno dei tratti peculiari della città. Si tratta di una traccia del Duecento, periodo in cui ne fiorirono molte come segno di potenza della città; su 180 purtroppo se ne sono salvate solo 17. Le due più famose sono la Torre degli Asinelli e la Torre Garisenda, denominate anche torri pendenti. La Torre degli Asinelli è a più alta della città con i sui 97,20 metri e la quarta in Italia; questa torre pende nel verso contrario rispetto alla Torre Garisenda, a cui Dante dedicò alcuni versi nella Divina Commedia; entrambe godono quindi di questo aspetto caratteristico. Tra le due è l’unica visitabile e dall’alto si gode una vista unica della città. Merita un’attenzione particolare la magnifica fontana del Nettuno in Piazza Maggiore, opera del Gianbologna, raffigurante il dio del mare nell’atto di placare la acque; è considerata tra le più belle del 1500.

città bologna

Le Torri di Bologna – Immagine: Marika Bortolami via Flickr.com

Gli amanti della letteratura non potranno mancare di visitare la Casa del Carducci, sita presso porta Maggiore nella piazza dedicata al poeta. Dentro si trovano gli arredi originali, una biblioteca contenente circa 40.000 volumi, tra cui tanti testi rari e manoscritti autografi di Carducci.  Non si può perdere poi una visita alla prima “casa dello studente” universitaria: il Collegio di Spagna. Bologna ospitava un ateneo già nel XIII secolo e il collegio risolse il già comune problema degli studenti di trovare alloggi a buon costo, l’esigenza di usufruire di spazi comuni per favorire la solidarietà tra gli studenti stessi e il mantenimento di pubblico decoro con l’applicazione di una disciplina moralizzante comune. Il complesso è su due piani, le camere dei collegiali sono dotate di camini per il riscaldamento; tra gli ospiti celebri? Miguel de Cervantes nel 1569, autore del Don Chisciotte.

Celebre è poi il Museo archeologico di Bologna, che ospita una delle collezioni egizie più significative in Italia e in Europa con circa 3500 reperti. Non mancate di vistare alcune sale antiche dell’Università Statale di Bolgna, la più antica al mondo. Pregevole il teatro anatomico della Facoltà di medicina, realizzato nel 1637 e situato nel Palazzo dell’Archiginnasio; è possibile accedervi tutti i giorni tranne la domenica dalle 9 alle 18,45 e il sabato fino alle 13,45. Una visita alla Basilica di San Petronio, la sesta chiesa cristiana più grande d’Europa, e ai palazzi duecenteschi che si trovano nei paraggi.

Sostieni SOS studenti! Ci basta un Like!
Eleonora Tosco
Giornalista e addetto stampa freelance, amo i viaggi innanzitutto e il posto in cui mi sono rifugiata a vivere sul Lago Maggiore dopo aver lasciato Milano. Studio web marketing al Sole 24 ore, collabo...
Diventa anche tu un nostro collaboratore! Scrivi per noi!
Leggi altri articoli in Buzz Vita Universitaria