La creatività è contagiosa. Trasmettila. Albert Einstein

Ripetizioni: consigli per scrivere un buon annuncio
Condividi su

Ripetizioni: consigli per scrivere un buon annuncio

Sostieni SOS studenti! Ci basta un Like!

Sempre più universitari utilizzano le conoscenze acquisite per dare ripetizioni ai ragazzi: ecco qualche consiglio per scrivere un annuncio che colpisca i potenziali clienti

scrivere annunci ripetizioni

RIPETIZIONI: LAVORO SENZA GROSSO IMPEGNO

Non è facile per uno studente universitario riuscire a coniugare studio, che assorbe ovviamente tempo, alla necessità di guadagnare qualcosa: molti studenti trovano quindi la soluzione nelle ripetizioni ai ragazzi di medie e superiori, le quali coniugano discreti guadagni a un impegno non eccessivo in termini di tempo e fatica. Tra questi, molti scrivono annunci che offrono i propri servizi da attaccare in particolare alle bacheche delle scuole, ma la concorrenza è spietata e molto spesso questi cartelli vanno perdendosi tra gli altri. Esiste però qualche accorgimento da tenere presente per scrivere un annuncio nel migliore dei modi, che risulti più appetibile e invitante ai potenziali clienti.

 

LEGGI ANCHE: Come diventare… Insegnante

 

DARE RIPETIZIONI: SCRIVERE L’ANNUNCIO

Per prima cosa, l’annuncio non dovrà essere eccessivamente lungo: basterà qualche riga chiara e senza troppi fronzoli che dia le informazioni chiave senza dilungarsi. Queste informazioni sono:

  • le materie offerte;
  • il livello scolastico a cui le ripetizioni sono destinate;
  • il luogo in cui preferireste tenerle (casa vostra o a domicilio degli studenti), specificando eventualmente la vostra zona di residenza;
  • i vostri contatti telefonici e/o mail.

 

E’ utile anche inserire altre informazioni che possano interessare, senza comunque esser ridondanti: gli eventuali orari di preferenza o di disponibilità, le referenze (come i titoli di studio), e una qualche indicazione sul prezzo, anche non specifica, che può certamente interessare.

Lo stile dovrà essere asciutto e professionale, senza per questo risultare distaccato o piatto. Cercate di esser originali, più che sui contenuti, sulla forma e sulla struttura: spazi, paragrafi, piccoli elenchi, parole chiave grassettate, renderanno il vostro annuncio più immediato e invitante alla lettura. Fondamentale ovviamente che lo scritto sia grammaticalmente impeccabile: un errore di questo tipo farebbe crollare immediatamente la vostra credibilità, quindi rileggete bene prima della stampa definitiva.

 

Leggi anche: Consigli per fare ripetizioni ai ragazzi

 

OFFRIRE RIPETIZIONI: L’IMPATTO SUI CLIENTI

Una volta terminato l’annuncio, provate a rileggerlo cercando di porvi nei panni di coloro che vorreste colpire: gli studenti o i genitori in cerca di ripetizioni scolastiche. Tentate oggettivamente a capire se l’annuncio è scorrevole, chiaro e in grado di generare interesse in un estraneo, e in particolare se è in qualche modo originale rispetto agli altri annunci che inevitabilmente faranno concorrenza al vostro. Se così non fosse, cercate di modificare il lavoro fino a renderlo più appetibile e accattivante per un potenziale lettore.

In seguito sarà il vostro lavoro a parlare, ma è importante riuscire per prima cosa a trovare incarichi: un annuncio ben fatto è ovviamente il primo passo. A intervalli regolari, rifate quindi il giro delle scuole o luoghi pubblici per attaccare di nuovo il vostro annuncio, eventualmente modificato se qualche informazione dovesse essere cambiata: non vorrete che il vostro bell’annuncio passi in secondo piano, no?

Sostieni SOS studenti! Ci basta un Like!
Potrebbe interessarti anche
Giacomo Sordo
Veronese, cestista, universitario in vista di una fioca luce in fondo al tunnel: meglio su un campo che in aula, il che è veramente tutto un dire.
Diventa anche tu un nostro collaboratore! Scrivi per noi!
Leggi altri articoli in News Università